Fabbrica cinese sostituisce il 90% dei lavoratori umani con i robot: produzione aumentata del 250%, difetti di produzione calati dell’80%

La fabbrica nella città di Dongguan, in Cina, dopo aver sostituito la maggior parte dei suoi lavoratori con i robot, ha visto un aumento spettacolare della produttività.
Mentre alcuni dei leader del mondo sono ossessionati a tenere la gente fuori dal loro paese, un’entità sta lentamente prendendo il nostro lavoro: i robot.
E’ stato a lungo discusso che nel “prossimo futuro” i robot e computer potranno iniziare a occupare i nostri posti di lavoro: il prossimo futuro è già arrivato, e noi siamo impreparati.
Monetary Watch riporta quanto avvenuto alla Changying Precision Technology Company, per la produzione di cellulari utilizza linee automatizzate. La fabbrica ha ridotto il numero di dipendenti, da 650, ora impegna solo 60 persone, mentre i robot si prendono cura di tutto il resto.

Luo Weiqiang, direttore generale, ha detto che il numero di dipendenti necessari scenderà a 20, nonostante questa riduzione del personale, non solo la produzione è aumentata del 250%, è migliorata anche la qualità.
Adidas è una delle aziende che ha già annunciato il suo orientamento verso le fabbriche con solo i robot. Lo studio realizzato dal dott. Carl Benedikt Frey e il Professor Associato Michael Osborne presso l’Università di Oxford, evidenzia la probabilità superiore al 90% che i robot svolgeranno una lunga lista di lavori: muratori, analisti di bilancio, esaminatori fiscali, macellai e tagliatori di carne, venditori al dettaglio, riparatori di orologi, impiegati d’ordine, cassieri, servizi in hotel e ristorante, mediatori immobiliari, odontotecnici, operatori telefonici, cuochi (non chef), e tanti altri.
Sì, è una lunga lista, stiamo facendo un passo oltre i limiti per arrivare a consegnare i nostri posti di lavoro ai robot, senza essere sicuri che qualsiasi economia sarà in grado di gestire questa situazione.
I sentimenti sono molto contrastati, stiamo entrando in una nuova era di automazione, la tecnologia sta veramente raggiungendo picchi impressionanti. Il processo è migliore ed è anche più efficiente, gli esseri umani non devono svolgere lavori ripetitivi, poco impegnativi, invece potranno svolgere altre attività.
Il problema è che altre attività potrebbero non esserci, in realtà quelle persone non avranno lavoro, c’è una buona probabilità che attraverseranno un momento molto difficile per trovare nuovi posti di lavoro, la nostra società non è disposta a ricollocarle e, naturalmente, questo causerà enormi problemi.