Evoluzione delle lenti a contatto per il trattamento delle malattie degli occhi

Immaginate le lenti a contatto in grado di fornire farmaci direttamente all’occhio, rallentare la progressione della miopia nei bambini, o controllare i livelli di glucosio nei pazienti con diabete: questi sono alcuni dei progressi emergenti nella tecnologia delle lenti a contatto riportati nel numero speciale di aprile di Optometry and Vision Science, rivista ufficiale dell’American Academy of Optometry. La rivista è pubblicata da Wolters Kluwer.

Il numero speciale su “Revolutionary Future Uses of Contact Lenses” presenta ricerche originali e recensioni su proposte di nuovi usi per le lenti a contatto. Approfittando di nuovi materiali e tecnologie, queste idee vanno ben oltre l’uso tradizionale di lenti a contatto per la correzione della vista, offrendo potenziali nuovi trattamenti per le malattie degli occhi, insieme a nuovi metodi di monitoraggio di condizioni mediche.

Le nuove tecnologie aprono emozionanti nuovi usi per lenti a contatto
Il numero speciale pubblicato da un gruppo di esperti internazionali, guidati da Lyndon Jones, Professore, FCOptom, dell’University of Waterloo, Ont., Canada, è composto di tredici pubblicazioni alcune ancora in fase di sviluppo, altre già disponibili per la tecnologia della lente a contatto per nuove ed emergenti, applicazioni:

Rallentare la progressione della miopia. Con l’aumento dei tassi di miopia nei bambini in tutto il mondo, vi è un crescente interesse per l’uso di lenti a contatto per prevenire o rallentare la progressione di questo difetto visivo. Due studi di ricerca originali suggeriscono che la riduzione della durata di progressione della miopia può essere possibile anche con alcune lenti a contatto ora disponibili. In futuro, la progettazione della lente elaborata specificamente a questo scopo può essere ancora più efficace.
Fornitura di medicinali e cellule staminali. Le nuove tecnologie come “imprinting molecolare” ha rinnovato interesse per la possibilità di utilizzare le lenti a contatto per fornire farmaci attraverso l’occhio per un periodo di giorni o settimane. Mentre rimangono ancora molte sfide, quest’approccio potrebbe portare a migliori trattamenti per le malattie oculari, raggiungendo livelli di farmaco più elevati per lo stesso occhio. Le lenti a contatto sono anche in corso di valutazione per un nuovo approccio alla terapia con cellule staminali per i pazienti con patologie della superficie oculare.
Lenti a contatto “biosensori”. Le nuove tecnologie possono consentire lo sviluppo di lenti a contatto che contengono biosensori per il monitoraggio della salute del paziente. Ad esempio, oggi è commercialmente disponibile un dispositivo per monitorare le variazioni della pressione intraoculare in pazienti con un rischio di glaucoma. Il numero speciale comprende anche una relazione sulle lenti a contatto biosensori in grado di misurare i livelli di glucosio nel liquido lacrimale dell’occhio, di cui un giorno potrebbe fornire un nuovo approccio per il monitoraggio continuo nei pazienti con diabete.
Nuovi approcci per la correzione della vista. I ricercatori nel frattempo stanno lavorando su nuovi progetti per migliorare ulteriormente la correzione della vista con le lenti a contatto. Gli studi nel numero speciale riferiscono di promettenti risultati con i nuovi approcci per estendere la profondità di visione per i pazienti con problemi di presbiopia e benefici delle lenti a contatto al centro colorate di rosso per i pazienti con patologie retiniche degenerative o estrema sensibilità alla luce (fotofobia).

Anthony Adams, Professore, Direttore Associato di Optometria e Vision Science ha detto:
«Altre tecnologie in precedenti fasi di sviluppo includono accomodanti lenti a contatto in grado di cambiare la messa a fuoco con la “modulazione fotonica” per il trattamento del disturbo affettivo stagionale (un tipo di depressione che ogni anno avviene nello stesso momento).
I progressi nella tecnologia delle lenti a contatto, soprattutto per immagini e nuovi materiali biocompatibili, hanno reso tale possibilità una realtà. I ricercatori stanno già proponendo soluzioni alle sfide cliniche e di ricerche poste da questi rivoluzionari nuovi usi di lenti a contatto, che vanno ben oltre la correzione della vista».

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →