Era un topo, il corriere della droga utilizzato all’interno delle celle di un carcere brasiliano (video)

Le guardie carcerarie di Barra da Grota notoriamente tra le più sovraffollate e caotiche prigioni del Brasile, probabilmente pensavano di aver visto tutto. La scorsa settimana si sono imbattuti in qualcosa che ha scosso anche le loro dure teste: hanno notato un topo addestrato utilizzato dai detenuti come corriere della droga. L’animale lungo il corridoio dove si affacciano le celle, è stato visto correre rapidamente con piccoli sacchetti  legati alla sua coda.

Gean Carlos Gomes, direttore della prigione centrale del Brasile, a 1.770 km nell’entroterra di Recife, ha detto:
«Il topo addestrato era utilizzato come un “ponte” tra le celle, con un gancio attaccato alla sua coda, veniva utilizzato da una cella all’altra per trasportare la droga e altre merci, quando arrivava a destinazione, il detenuto in cella rimuoveva il gancio».
Le guardie carcerarie dopo aver fatto irruzione nelle celle hanno trovato 29 piccoli pacchetti di marijuana e 23 di cocaina. Ora stanno visionando i filmati delle videocamere di sorveglianza per cercare di scoprire il detenuto padrone del topo.

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento