Ecco Xiaomei, la prima docente robot dell’Università di Jiujiang Cina (foto)

Il progresso nella tecnologia robotica sta rendendo più facile il lavoro quotidiano, non solo in cucina per produrre le tagliatelle, a quanto pare i robot ora sono utilizzati per sostituire gli insegnanti in aula.
Un robot dall’aspetto femminile (clicca l’immagine per vedere altre foto) ha destato clamore sui social media dopo la pubblicazione di alcune foto che mostrano l’automa tenere una lezione all’Università di Jiujiang nella provincia di Jiangsu in Cina.

Xiaomei, la prima docente robot dell'Università di Jiujiang Cina
Zhang Guangshun, professore, capo del team di ricerca e sviluppo del robot “Xiaomei“, ha detto:
«Il robot è stato sviluppato in poco più di un mese di lavoro dal team dell’Intelligent Robotics Studio della Scuola di Informatica dell’Università di Jiujiang nella provincia di Jiangxi. Xiaomei non solo è in grado di impartire lezioni agli studenti attraverso PowerPoint, ma può anche avere semplici dialoghi con loro.
E’ il primo robot utilizzato in una classe nella provincia di Jiangxi. Il team per la prossima versione di Xiaomei è già al lavoro per migliorare le sue prestazioni con lo sviluppo di applicazioni orientate al mercato».
China News sul robot Xiaomei denominato Dafne (“piccola bellezza), dopo aver detto che l’Università di Jiujiang spera di dare inizio alla produzione di massa d’insegnanti robotici, ha sottolineato che le immagini di Xiaomei fatte circolare online, hanno innescato accese discussioni su Sina Weibo il più importante social networking e microblogging in Cina con più di 368 milioni di utenti registrati (in Cina Twitter e Facebook sono vietati). Tra i commenti si legge:
«Occorre solo un mese per costruire il robot? Come ingegnere io so che è difficile ottenere qualcosa di simile nel campo. Complimenti!» ha pubblicato @Diaogenaizuixiaotianxia.
«Beh, in futuro il robot renderà sempre più persone disoccupate» ha detto @Jixingdixiaonanhai.
«E’ solo un registratore collegato a una bambola gonfiabile. Questo può essere chiamato un robot?» ha sostenuto @woshivmi.
Commenti negativi a livello mondiale anche sulla pagina Facebook di CCTVNews, tra i tanti, Gregory Adedayo Akinlotan ha scritto: «Questa è semplicemente una guerra contro l’umanità. Complimenti per gli inventori, la loro energia sarà apprezzata nella soluzione di problemi sociali. L’invenzione renderà milioni di persone senza lavoro».

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento