Ecco l’idea giapponese, in città parcheggio sotterraneo per biciclette (video)

Le biciclette in Giappone sono un mezzo popolare di trasporto, tuttavia quando sono parcheggiate, possono occupare vitale spazio pubblico, altrimenti destinato a un passaggio pedonale, giardino, ecc. E’ stata trovata una bella soluzione …

Eco-Cycle futuristico parcheggio sotterraneo automatizzato per biciclette
I ciclisti possono avere difficoltà a salire con la bicicletta sui mezzi pubblici o parcheggiarla all’interno del luogo di lavoro per evitare il furto.
I parcheggi per le biciclette nelle aree ad alta densità urbana possono essere difficili da trovare. La città di Tokyo ora può fornire la soluzione a tante grandi città, con i suoi tredici milioni di abitanti e ancora di più con quelli che vivono nella zona metropolitana circostante, ha trovato un modo creativo per risparmiare spazio e rendere il ciclismo urbano più conveniente.

Eco-Cycle - parcheggio automatico biciclette giappone
La società d’ingegneria giapponese Giken Seisakusho Co., ha progettato e reso operativo Eco-cycle (vedi video) un sistema di parcheggio sotterraneo, antisismico, robotizzato per contenere 204 biciclette. L’entrata e l’uscita dei mezzi è rapida con la combinazione del sistema identificativo a radiofrequenza IC collegato alla bicicletta al momento della registrazione di appartenenza.
L’utente per parcheggiare la bicicletta con il sistema Eco-cycle tramite un display vocale deve attenersi a semplici operazioni:
– mettere la bicicletta sul binario guida, avvicinarla fino a inserire la ruota anteriore nell’apposita fessura stretta e lunga predisposta nella porta, poi  spingere il pulsante invio;
– il sensore in cinque secondi, dopo aver letto l’identificativo a radiofrequenza IC apre la porta e preleva la bicicletta;
– attraverso il pannello di controllo le indicazioni inserite tramite la tessera magnetica, automaticamente permettono di recuperare la bicicletta.

, ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento