Ecco come gli esperti stanno monitorando le varianti del coronavirus

Gli scienziati stanno analizzando campioni di virus prelevati da persone infette per cercare mutazioni, attraverso un processo chiamato sequenziamento del genoma. È lo stesso metodo che i ricercatori usano da anni per studiare batteri, piante, animali e esseri umani. I ricercatori in tutto il mondo attualmente hanno sequenziato più di 500.000 genomi del coronavirus Covid-19.
I virus possono mutare mentre fanno copie di se stessi dopo aver infettato una persona, gli scienziati sequenziando i campioni di virus nel tempo, possono cercare cambiamenti ricorrenti nel genoma.
Sara Vetter, assistente direttrice del laboratorio per il Minnesota Department of Health, ha detto: «Se non sappiamo queste cose, stiamo correndo alla cieca».
La maggior parte delle mutazioni sono prive di significato, ma altre possono rendere un virus più contagioso, mortale o resistente ai vaccini e al trattamento. Gli esperti sanitari sono principalmente preoccupati per tre varianti rilevate per la prima volta nel Regno Unito, in Sud Africa e in Brasile, sembrano diffondersi più facilmente, sono in corso ricerche per vedere se causano malattie più gravi.
I test suggeriscono che i vaccini attuali funzionano ancora contro le varianti, anche se forse non altrettanto bene contro una versione mutata apparsa per la prima volta in Sud Africa.
I paesi variano nella loro sorveglianza genomica. La Gran Bretagna, ad esempio, sequenzia circa il 10% dei campioni positivi al coronavirus Covid-19, rispetto a meno dell’1% negli Stati Uniti.

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →