Ecco Blitab il primo Tablet al mondo per non vedenti (video)

Louis Braille nel 1820 quando ha inventato il sistema Braille, è diventato in tutto il mondo uno strumento fondamentale per l’alfabetizzazione di milioni di persone non vedenti e ipovedenti. Purtroppo, queste persone sono state lasciate fuori dalla rivoluzione digitale: smartphone, tablet ed e-book restano inaccessibili e per lo più inutile a 285 milioni di non vedenti e ipovedenti.
Blitab tablet per non vedenti, una startup con sede a Vienna, fondata da tre giovani bulgari, è il primo tablet tattile al mondo per le persone non vedenti e ipovedenti. Il dispositivo è simile a un e-book, di base utilizza la tecnologia liquida per creare a richiesta piccole palline fisiche che salgono e scendono sulla superficie per visualizzare il testo o la grafica. La migliore funzionalità innovativa del dispositivo è che l’utente può inserire una chiavetta USB o una scheda di memoria con vari tipi di documenti di testo, come ad esempio un documento Word o PDF che Blitlab convertirà e visualizzerà in Braille. E’ possibile procedere allo stesso modo con le pagine web e mappe digitali. Inoltre, l’utente può scrivere e modificare le pagine tramite la tastiera Braille Perkins.

Slavi Slavev, uno dei co-fondatori ha detto:
«Ora per i non vedenti ci sono alcune costose soluzioni Braille, sono dispositivi sviluppati 40 anni fa, offrono la lettura disposta su una sola riga, da allora nessuno ha offerto sul mercato nuove innovazioni.
Blitab è rivoluzionario vogliamo risolvere un grande problema, l’alfabetizzazione digitale di persone non vedenti. La tecnologia è abbastanza scalabile al fine di servire come strumento educativo per i non vedenti può trasmettere le immagini e mettere qualsiasi rappresentazione in rilievo tattile come mappe grafiche, ad esempio le figure geometriche.
Riteniamo che le persone non vedenti dovrebbero essere inclusi nell’era digitale in cui viviamo, come tutte le persone, essere in grado di utilizzare la potenzialità di smartphone e tablet per navigare, leggere e scaricare i libri. Solo l’1% di tutti i libri in tutto il mondo sono stampati in braille, addirittura la stampa è in diminuzione perché è molto costoso da produrre, noi vogliamo dare un nuovo impulso per cambiare questa situazione».
Blitab finora ha vinto diversi premi, ha attirato l’interesse d’istituzioni inglesi dall‘Istituto Nazionale Reale Ciechi (Royal National Institute for the Blind) è un ente di beneficenza che offre informazioni, supporto e consulenza a quasi due milioni di non vedenti nel Regno Unito; alla Barclays Bank per aiutare i propri clienti non vedenti e ipovedenti.

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento