Eccessiva attività fisica in palestra può causare problemi gastrointestinali

L’attività fisica può essere problematica per molte persone perché non riescono a trovare tempo sufficiente per praticarla. Il problema opposto riguarda le persone che fanno troppa attività fisica: potrebbe sembrare salubre ma non è così, un recente studio ha evidenziato che l’eccessiva attività fisica è un rischio per la salute.
Il team di ricercatori sull’eccessivo esercizio fisico, ha scoperto che può provocare lesioni intestinali, con conseguente sindrome gastrointestinale indotta da esercizio fisico. Tutti i soggetti, indipendentemente dal loro livello di forma fisica,  purtroppo per questa condizione medica sono a rischio di complicazioni acute o croniche. I ricercatori hanno detto:
«E’ emerso dalla ricerca che l’aumento e la durata dell’intensità dell’attività fisica, oltre a incrementare gli indici d’infortunio intestinale, permeabilità ed endotossiemia, compromettono lo svuotamento gastrico, con rallentamento del piccolo transito intestinale e malassorbimento».

Problemi gastrointestinali
Lo studio in termini più semplici, ha collegato l’eccessiva attività fisica a danni alle cellule nell’intestino, quando ciò accade, i batteri patogeni presenti nell’intestino, producono endotossine che possono causare una serie di problemi di salute.
I risultati dello studio mostrano che lo stress di due ore d’attività fisica al 60% della potenza aerobica VO2max (il massimo volume di ossigeno consumato per minuto), era sufficiente a causare sintomi della sindrome gastrointestinale indotta dall’esercizio fisico.
VO2max, la massima potenza aerobica è equivalente alla massima quantità di ossigeno che un individuo può utilizzare nell’unità di tempo, nel corso di un’attività fisica coinvolgente grandi gruppi muscolari, d’intensità progressivamente crescente e protratta fino all’esaurimento.
L’attività fisica svolta a temperatura ambiente (caldo), rapidamente sembrava esacerbare i sintomi. I ricercatori hanno detto che rispetto alla media, sono maggiormente a rischio i soggetti con problemi gastrointestinali pre-esistenti.
Il dott. Ricardo Costa autore principale della ricerca ha detto:
«Si raccomanda agli individui con sintomi di disturbi dell’intestino durante l’esercizio fisico, di sottoporsi a una valutazione completa dell’intestino, per accertare che cosa sta causando il problema e sviluppare strategie di gestione personalizzata».
Il dott. Ricardo Costa e il suo team mentre lo studio già fornisce importanti intuizioni su questo problema di salute, ritiene necessaria ulteriore ricerca per convalidare i loro risultati.
Lo studio completo è stato pubblicato nell’Alimentary Pharmacology and Therapeutics.