E' deceduta capra Rosa, era la moglie di un contadino sudanese

Un contadino sudanese, costretto nel febbraio del 2006 a sposare una capra, ha perso la "moglie", deceduta nella città di Juba, capitale del Sud Sudan, soffocata da un sacchetto di plastica per la raccolta di residui alimentari, andatole di traverso.
Rosa (il nome della capra), guadagnò l’attenzione internazionale quando un contadino chiamato Charles Tombe, sorpreso dal padrone della capra a fare sesso con lei, fu costretto dagli anziani del villaggio a sposarla.
La BBC riporta che gli anziani del villaggio, una sorta di giudici,  tradizionalmente arcaici e conservatori,  per quanto riguarda il sesso, applicano la legge delle nozze riparatrici per chi consuma rapporti sessuali fuori dal matrimonio. A Tombe, per la colpa commessa, imposero di sposare la capra Rosa,  fondamentalmente per esporlo al pubblico ludibrio, meglio, sputtanarlo pubblicamente. Sorprendentemente dopo le nozze, Rosa partorì un capretto –  di pura razza caprina -, hanno sottolineato quelli del villaggio.
Charles Tombe, protagonista di questa storia alla sudanese, ha confidato ad alcuni suoi concittadini:
"Sono stato costretto a portare in dote (indovinate a chi,  al padrone della capra? agli anziani del villaggio? ai furbetti del quartierino? – ve lo dico io, la prima che ho scritto), la somma di 15.000 dinars (l’equivalente di circa 50 dollari, una bella cifra da quelle parti) per aver fatto sesso con la capra, non perché innamorato, ma solo perché ero ubriaco".
Liberamente tradotto da Wayodd

, , , ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

3 thoughts on “E' deceduta capra Rosa, era la moglie di un contadino sudanese

  1. roba da matti..ma sarà vero o è una barzelletta? cmq poverina la capra..soffocata in quel modo..^^

  2. ma povera capretta…l’avrà soffocata lui?

    prima l’ha violentata e poi uccisa….

    che storia crudele e triste…..

Lascia un commento