Drum Booty dispositivo per produrre musica con le natiche (video)

Il Drum Booty è un dispositivo musicale ad alta tecnologia, diversamente dalla maggior parte degli strumenti, non è gestito con le mani ma con le natiche. Tutto quello che dovete fare, è collegare il dispositivo sul posteriore poi iniziare a ballare il provocante Twerking, la danza in cui un individuo, di solito una donna con movimenti dell’anca balla in modo sessualmente provocante.
Il dispositivo è stato creato da AIAIAI (una società di progettazione audio dedicata allo sviluppo di prodotti audio di alta qualità per l’uso quotidiano come cuffie e auricolari dal suono chiaro e amplificato), nel tentativo di dare ai loro utenti un po’ di musica nuova per godersi le loro cuffie sulla pista da ballo, hanno progettato la possibilità di creare da zero un brano musicale esclusivo, utilizzando solo i movimenti del corpo.
Il progetto per creare qualcosa di veramente unico è stato realizzato da AIAIAI con la collaborazione di Branko, musicista elettronico portoghese, Queen Louise, ballerina professionista di Twerk, e la società olandese di tecnologia OWOW. Insieme, il team ha utilizzato il popolare ballo Twerk per trasformarlo in uno strumento a sé stante.

Funzionamento del Drum Booty
Il Drum Booty saldamente attaccato al fondoschiena, tramite accelerometri registra le azioni del ballerino, il suo movimento con le natiche, la velocità e direzione attraverso Arduino l’hardware e software di elaborazionesono sono mappate in valori MIDI, in questo modo possono essere utilizzati per attivare campioni e creare suoni in Ableton (sul sito prova Ableton Live 9 gratis. Ricevi tutte le funzionalità di Live 9 Suite per 30 giorni -, consente di creare facilmente, produrre e suonare la musica all’interno di un’interfaccia intuitiva. Live mantiene tutto sincronizzato e lavora in tempo reale, in modo da poter riprodurre e modificare le idee musicali senza interrompere il flusso creativo. Live ha una collezione versatile di strumenti, suoni, kit e loop per la creazione di ogni tipo di musica e fornisce una serie completa di effetti per modificare ed elaborare il suono).
Il ballerino in pratica è in grado di danzare con i suoni che si generano da ogni suo singolo movimento. Il progetto esplora il ricco patrimonio culturale del “bass-driven club” dove lo stile di danza incentrato sul movimento del fondoschiena è un integrante elemento. Il team ha ulteriormente chiarito:
«Vogliamo vedere se è possibile cambiare la percezione del ballo Twerking collocandolo in un ambiente orientato verso la tecnologia creativa, lasciando la parola alla danza».

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento