Attivato il primo distributore automatico per senzatetto, potrebbe essere la via da seguire

Il distributore automatico con elementi essenziali per i senzatetto è stato allestito in un centro commerciale a Nottingham, nel Regno Unito. L’iniziativa, che sembra essere la prima al mondo, presto sarà implementata in altre città in tutto il mondo.
L’insolito distributore automatico è stato attivato nel centro commerciale Intu di Broadmarsh da un ente benefico chiamato Action Hunger, oltre a distribuire derrate alimentari come frutta fresca, barrette energetiche, acqua, panini e cioccolata, fornisce anche calze, lozioni antibatteriche, spazzolini da denti, asciugamani e libri.
Gli oggetti sono acquistati con soldi ricevuti dalle donazioni, la maggior parte del cibo fresco proviene da organizzazioni di ridistribuzione che mirano a ridurre lo spreco di cibo.
Gli utenti per accedere al distributore automatico hanno una speciale tessera magnetica che le organizzazioni partner di Action Hunger danno alle persone bisognose a Nottingham con la supervisione di The Friary (Il Convento), un centro di consulenza e supporto per i senzatetto.
Le schede consentono agli utenti di prelevare solo tre articoli il giorno per evitare la dipendenza dai distributori automatici e garantire che le risorse siano condivise equamente.
Action Hunger in una nota ha detto:
«Vogliamo che la nostra soluzione a basso costo integri altri servizi disponibili, poiché l’impegno con i professionisti e i servizi di supporto locale sono fondamentali per interrompere il ciclo dei senzatetto».
Huzaifah Khaled, 29 anni di Nottingham, ha sviluppato il progetto mentre intraprendeva il suo dottorato in giurisprudenza. E’ riuscito a convincere i responsabili di The Friary a sostenerlo, è stato in grado di convincere anche N & W Global Vending – una delle aziende leader nel settore – a collaborare con lui dandogli un distributore automatico da 11.000 euro per iniziare il suo programma.
La nuova organizzazione di beneficenza da alcuni è stata criticata per rendere più facile per le persone scegliere una vita per strada, invece di incoraggiarle a cercare aiuto in un’istituzione ufficiale per ricevere assistenza e consulenza.
Huzaifah Khaled come risposta alle critiche ha detto:
«Potevamo non mettere un limite al numero di oggetti che le persone possono ottenere e non inserirli in un sistema di controllo. Tutti i nostri utenti di Nottingham per continuare a utilizzare le loro tessere magnetiche una volta la settimana deve fare il check-in con The Friary”.
Cento tessere magnetiche saranno rilasciate in città. Action Hunger prevede di avere 25-30 distributori automatici attivi nel Regno Unito entro la fine del 2018.
Il programma sarà implementato negli Stati Uniti l’anno prossimo, con due distributori automatici installati a New York e Los Angeles. Seguiranno altri distributori automatici a San Francisco e Seattle.
Huzaifah Khaled in conclusione ha detto:
«Ho ricevuto email da persone in Grecia, Spagna, Australia e Cina, tutti desiderosi di saperne di più».

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →