Il direttore dell’FBI consiglia di coprire la webcam del nostro dispositivo

James Comey direttore dell’FBI all’inizio di quest’anno, ha provocato una grande polemica, quando ha ammesso che copre la webcam del suo personal computer con del nastro adesivo. L’idea che il capo dei servizi segreti più avanzato del mondo avrebbe il bisogno di ricorrere a un tale, rudimentale dispositivo anti-hacking, ovviamente, è stata una sorpresa specialmente per quelli che in precedenza lo avevano criticato per aver sostenuto che le persone non dovevano rendere i propri dispositivi inviolabili per non ostacolare gli sforzi di sicurezza nazionale.
James Comey recentemente a Washington presso il Centro Studi Strategici e Internazionali, di fronte a un pubblico di esperti durante un’intervista con John Carlin procuratore generale del Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti d’America, non solo ha difeso le sue osservazioni precedenti, ha detto che tutti i cittadini dovrebbero fare lo stesso, se vogliono proteggere la propria privacy; quando John Carlin gli ha chiesto se ancora copre la sua webcam, James Comey ha risposto:
«Diamine sì, oh, diamine sì, anche se sono stato molto deriso, aggiungo che la gente dovrebbe assumersi la responsabilità per la propria sicurezza, iniziando a coprire la webcam per prevenire la diffusione di dati sensibili.
I cittadini devono fare attenzione, a livello di sicurezza devono essere meno fiduciosi dei loro dispositivi, prendere le dovute cautele, poiché i produttori necessariamente non salvaguardano i nostri gadget».

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.

View all posts by Pino Silvestri →