Devolution, ritorno alle origini

Attesa per il voto al Senato per la devolution: dopo 18 mesi, venti mesi dopo quell’11 marzo 2004, giorno in cui fu colpito da un ictus che rischio’ di ucciderlo, il leader della Lega e’ tornato per la prima volta nella Capitale. L’occasione per lui era imperdibile, il voto definitivo alla ‘sua’ devolution.  La Lega nord, con la riforma della Costituzione, considera vinta la sua principale battaglia. Berlusconi: sicuro il via libera. L’Ulivo pronto a raccogliere firme per il referendum. Fassino: una riforma che spacca il paese.
da RaiNetNews

L’europarlamentare Umberto Bossi è arrivato ieri sera a Roma. L’ho visto e ha già fatto capire che aria tirerà quando sarà varata la devolution (entro questa sera).
Ho carpito un breve botta e risposta di Bossi con un commesso della camera che servizievole lo aspettava fuori dal gabinetto del Ministro.
Appena ha terminato di chiaccherare con lo sciacquone a forma di Pera è uscito dalla stanza contrassegnata dalla sigla W.C. è ha lanciato le sue rimostranze, contro tutto e contro tutti, per il cattivo servizio che gli hanno riservato.
"Qualche problema"? – ha chiesto il commesso servizievole.
Bossi l’ha fulminato con uno sguardo, più verde e vespasiano del solito e ha farfugliato:
"E’ meglio che ripristinate la carta igienica verde come una volta, perché quella maledetta macchinetta ad aria calda antidevolution che mi avete fatto trovare, non è per niente comoda per asciugarsi il culo".

, ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

0 thoughts on “Devolution, ritorno alle origini

  1. Di niente! Mi farebbe piacere se tu passassi anche altre volte sul mio blog, se sempre ne hai voglia! Io comunque farò altrettanto!

  2. La carta vetrata magari. Verde però, neh!

    Che dire? E’ passata, non ci resta che il referendum. Baci sconsolati, m.

  3. Dove l’hai presa la foto del posto? Ma che hai a casa una statuetta di Bossi?!?;)

    Bellissima la foto che mi hai lasciato nei commenti, mi piace tanto tanto tanto. Se me la mandassi per posta così la metto sopra la mia scrivania a lavoro?

  4. FrancescaV, la statuetta di Bossi l’ho presa dal Museo della satira vedi link dell’immagine 🙂
    MomiNon vedo l’ora di fargli usare la carta vetrata 🙂

  5. ah, ok, già ti pensavo con la palstilina a dare forma a questo “coso”:)

    sì, la foto la stampo e l’attacco:)

  6. Salve a tutti, sono un leghista e consiglio a tutti quelli che ancora non hanno avuto il tempo di farlo, di leggere attentamente la riforma chiamata “devolution”. Chi l’ha letta e considera questa riforma pericolosa per l’unità d’italia o è un pò debole di comprensione, o si fa troppo influenzare dalla propaganda di sinistra, oppure trova comodo sparare contro qualsiasi riforma che non sia stata varata dalla sinistra.

    Quella approvata non è una vera riforma federalista e non serve una laurea in scienze politiche per capirlo. E’ solo un rafforzamento delle competenze regionali.

    Saluti dalla Padania

    P.S.Se vi ha disturbato il mio intervento leghista, chiedo scusa e non scriverò più qui.

  7. certo, questa riforma è ottima, patti, e i pesci volano e mia nonna ha le ruote..buon fine settimana

Lascia un commento