Cura miracolosa cinese a base di Ejiao, sta decimando la popolazione mondiale di asini

Ejiao, o gelatina di pelle d’asino, è considerato uno dei tre tesori della medicina tradizionale cinese. E’ usato per il trattamento di una vasta gamma di disturbi da semplici raffreddori a insonnia e impotenza, la domanda nel mercato cinese è in forte aumento, per questo milioni di asini sono macellati in tutto il mondo, le loro pelli trasportate e trattate in Cina sono fuse in gelatina miracolosa, molti credono che sia efficace per mantenersi giovani e vivere più a lungo.
Dong’e County, nel nord della Cina, è l’epicentro della produzione di ejiao, qui, ogni settimana più di 100 fabbriche squagliano migliaia di pelli d’asino per trasformarle in gelatina, ora per sostenere l’enorme domanda, contano su importazioni dai paesi in via di sviluppo.
La popolazione asinina della Cina da 11 milioni del 1990 si è ridotta a soli 6 milioni, colpa della massiccia macellazione per produrre ejiao. L’offerta di asini locali è scesa ad un ritmo allarmante, alcune fabbriche hanno aperto le loro fattorie per allevare e uccidere fino a 10.000 asini l’anno, altre nello stesso periodo lavorano oltre 1 milione di asini, un piano non certo sostenibile, è per questo che molte fabbriche hanno rivolto la loro attenzione al mercato estero.
Vari paesi in Africa, Asia, Sud America e Medio Oriente stanno fornendo milioni di pelli d’asino per il mercato ejiao cinese. Il prezzo per gli asini in dieci anni è salito alle stelle dai 65 dollari è arrivato a 315 dollari, alcuni allevatori trattano esclusivamente gli asini, un commercio molto redditizio. Ora alcuni governi si sono resi conto della decimazione degli asini, per questo hanno bloccato la vendita alla Cina. La Nigeria nel mese di settembre ha annunciato il divieto di esportazione di asini dopo aver visto il commercio annuale triplicare soprattutto con i mercati asiatici. Atte Issa, funzionario del governo nigeriano alla BBC ha detto: «Se l’export continua a questi ritmi gli asini saranno tutti decimati».
Burkina Faso ha bloccato l’esportazione dopo il massacro in sei mesi di 45.000 asini su una popolazione totale di 1,4 milioni di asini. Mike Baker, amministratore delegato del Donkey Sanctuary Devon in Inghilterra, ha affermato che, nonostante il divieto, 65.000 asini sono ancora abbattuti illegalmente nel paese africano. Altri paesi, come il Kenya e Sud Africa hanno ridimensionamento le loro strutture di allevamento di asini destinati a soddisfare la domanda cinese. Le fabbriche asiatiche stanno già negoziando per allevare e uccidere gli asini in Australia. C’è anche un crescente mercato nero che fornisce un rifornimento costante di pelli d’asino alle fabbriche di ejiao cinesi.
L’utilizzo mensile della gelatina d’asino  può costare 250 dollari. La storia di questo famoso ritrovato della medicina tradizionale cinese risale a circa 2.000 anni, usata esclusivamente dalle famiglie reali della Cina imperiale, per migliorare la loro salute, successivamente è stata usata dal presidente Mao e l’elite comunista. Oggi, i facoltosi del paese e anche i membri della nascente classe media sono i voraci consumatori di questa mitica cura, in passato disponibile solo per i vertici della società cinese. Il Daily Mail attribuisce la folle popolarità dell’ejiao ad un «potente mix di snobismo, superstizione e propaganda di Stato».
Milioni di cinesi anche se non vi è assolutamente alcuna prova medica per sostenere l’efficacia dell’ejiao, sono convinti della sua cura miracolosa, un venditore ha detto:
«Quando un uomo prende l’ejiao, sarà forte e virile e avrà una lunga vita; una donna si manterrà giovane e diventerà bella come una principessa».
L‘ejiao aumenta la resistenza, lo sostiene un funzionario di una fabbrica di gelatina d’asino:
“Se la vendi agli agricoltori in campagna, possono lavorare tutto il giorno senza stancarsi, noi diamo due confezioni il mese a ciascuno dei nostri operai, li fa lavorare con maggior velocità per tutto il giorno».
Zhang Tengzhi capo di una fabbrica che produce barrette di cereali infuse con l’ejiao, ha aggiunto:
«Sono ottime per prevenire le malattie, proteggono dal raffreddore, le diamo ai nostri lavoratori, sono sempre pieni di energia e non si ammalano».

Effetti disastrosi dell’ejiao sulla popolazione asinina
L’infondata convinzione di meravigliose proprietà dell’ejiao sta avendo effetti disastrosi sulla popolazione asinina in tutto il mondo, per la carenza di asini in Cina, gli allevatori nella provincia orientale dello Shandong per protezione stanno utilizzando i chip di identificazione impiantati nei loro animali, un’opzione non disponibile nei paesi più poveri, soprattutto in Africa, dove i piccoli agricoltori spesso nel deserto ritrovano scuoiati i loro animali rubati.
Nadia Saunderson, responsabile di Highveld Horse Care Unit vicino a Johannesburg (organizzazione sociale senza scopo di lucro copre tutti gli aspetti di benessere per i cavalli e asini, svolge indagini su denunce di crudeltà verso gli equini), ha detto:
«Si tratta di un business enorme. La strage di asini nelle comunità rurali africane sta avendo lo stesso effetto di quello causato dal bracconaggio che sta decimando i rinoceronti uccisi per il corno».
Ironia della sorte, anche i produttori di ejiao sono preoccupati per la diminuzione della popolazione di asini. Il capo di una fabbrica di ejiao in Dong’e County, che si vanta di aver venduto l’anno scorso gelatina di asino per un valore di 175.000.000 dollari al Daily Mail ha detto:
«La nostra unica preoccupazione è che un giorno non tanto lontano non ci saranno più asini da uccidere, potrebbe sembrare un’esagerazione, ma se la tendenza continua, potrebbe trasformarsi in una disastrosa realtà prima di quanto si possa immaginare».
In conclusione giusto per far capire ciò  che in questi giorni sta accadendo in Cina con la grande richiesta di pelle di asino che non può essere soddisfatta per tutti, alcune fabbriche hanno cominciato a produrre ejiao utilizzando pelli di muli, cavalli, maiali e buoi. In alcuni casi estremi, alcuni falsari hanno addirittura bollito scarpe di cuoio per ottenere prodotti simili alla gelatina di asino.