Che cosa fare se si viene punti dalle meduse? Acqua calda o impacchi caldi più efficaci d’impacchi freddi o ghiaccio

Il numero di nuotatori che ricevono una brutta sorpresa in acqua è destinato ad aumentare a causa del riscaldamento degli oceani e cambiamenti climatici. Le meduse possono sembrare innocue, il contatto è molto doloroso, la puntura provoca arrossamento, prurito e bruciore molto intenso, anche “lievi” punture possono far male per ore o giorni e lasciare durature cicatrici.
Scienziati e professionisti medici nonostante il pericolo rappresentato da questi invertebrati gelatinosi, ancora non sono d’accordo sul modo migliore per trattare e gestire le punture di medusa.
Vi è da qualche tempo un dibattito se è meglio trattare le punture di medusa con il calore o il freddo, un recente studio condotto da ricercatori presso l’Università delle Hawaii a Manoa, può finalmente chiudere il dibattito in corso sull’opportunità di usare il freddo o il calore per il trattamento di punture di medusa. La loro revisione sistematica e critica fornisce la prova schiacciante che i risultati clinici di tutti i tipi di punture di medusa sono migliorati in seguito al trattamento con impacchi caldi o immersione in acqua calda.
I ricercatori per il loro studio, hanno esaminato le banche dati di grandi database di articoli di riviste scientifiche per trovare ogni studio che ha esaminato gli effetti della temperatura utilizzata per trattare le punture di medusa: dopo aver individuato più di 2.000 articoli, hanno scoperto che la maggior parte dei trattamenti è stata fatta con immersione in acqua calda.
Christie Wilcox dello John A. Burns School of Medicine, autore principale dello studio, ha detto:
«La gente pensa che il ghiaccio aiuti a raffreddare il bruciore della puntura di medusa, se Google e molti siti, anche quelli considerati affidabili, vi diranno di mettere il ghiaccio per alleviare il dolore è sbagliato, la ricerca fino ad oggi ha dimostrato che tutti i veleni marini sono molto sensibili al calore, per questo l’acqua calda o impacchi caldi dovrebbero essere più efficaci d’impacchi freddi o ghiaccio».
Il liquido caldo in qualche modo può essere collegato al vecchio mito che è una buona idea urinare su una puntura di medusa, la verità è che per avere un benefico effetto, l’acqua dovrebbe avere una temperatura di circa 45° C, i ricercatori dicono che questo è in linea con la ricerca che ha dimostrato che i componenti di veleno marini sono inattivati a temperature comprese tra 40 e 50°.
I ricercatori non solo ritengono che l’immersione in acqua calda sia stata la chiave per ridurre il dolore da punture di medusa, ma è stata associata con i migliori risultati clinici. Inoltre, non esistono studi che hanno riportato casi d’immersione in acqua calda che ha causato sintomi peggiori o esiti clinici meno efficaci.
Christie Wilcox ha aggiunto:
«Visto che c’è molto dibattito sull’uso di acqua calda, sono rimasta colpita dalla chiarezza della scienza, il discorso è semplice, per la puntura di medusa, utilizzare l’acqua calda o impacchi caldi piuttosto che ghiaccio o impacchi freddi».
I ricercatori sperano che il loro studio pubblicato sulla Rivista “Toxins“, sarà preso in considerazione dai soccorritori e decisori della salute pubblica che possono essere stati influenzati sul web da autorevoli articoli che danno cattivi consigli sul modo migliore per curare le punture di medusa».

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →