Cinque semplici invenzioni che fanno la differenza nel mondo in via di sviluppo (video)

La tecnologia è meravigliosa, purtroppo in paesi dove l’energia, i materiali, la scuola di formazione, è carente, la semplice tecnologia è la scelta migliore. Semplice significa avere un macchinario solitamente affidabile. La tecnologia nei paesi in via di sviluppo quando purifica l’acqua o mantiene il cibo fresco, può significare la differenza tra la vita e la morte.
Ecco cinque semplici innovazioni che stanno facendo una grande differenza nella vita delle persone nel mondo in via di sviluppo.
 
Stufa a razzo (rocket stove)
La stufa a razzo, ha un design straordinariamente efficiente, sfrutta le proprietà del calore per creare una combustione pulita e calda utilizzando come combustibile qualsiasi cosa, dai rami di legno all’erba di sterco asciutto.
Il progetto per la stufa è semplice, significa che può essere costruita in modo rapido utilizzando materiali locali (leggi qui le istruzioni per costruire la stufa). La stufa a razzo è stata creata nel 1980 dal Dr. Larry Winiarski, ispirato dal ipocausto (dal latino hypocaustum) era un sistema di riscaldamento usato nell’antica Roma, consistente nella circolazione di aria calda entro cavità poste nel pavimento e nelle pareti del luogo da riscaldare.
 
Luce a costo zero – Ecco come ottenere 55 watt di luce con una bottiglia di plastica piena d’acqua e candeggina

E’ la materializzazione del progetto “un litro di luce” (Isang litrong Liwanag). Sviluppato dagli studenti del MIT (Massachusetts Institute of Technology), in collaborazione con la Filippine Myshelter Foundation, a bassissimo costo, cerca di catturare l’energia del sole al fine di portare la luce nelle baracche dei quartieri più poveri del mondo.
Le bottiglie, piene d’acqua e candeggina, sono perfettamente posizionate in buchi ricavati nel tetto, grazie al sole, emettono luce equivalente ad una lampadina a 55 watt d’elettricità (vedi video). Il liquido contenuto nelle bottiglie, colpito dai raggi del sole, genera una rifrazione orizzontale che illumina l’intera stanza.
L’obiettivo della Fondazione Myshelter (creata da Illac Diaz, giovane imprenditore filippino), entro la fine del 2012, è quello di portare la luce ad un milione d’abitazioni.
 
Sari piegati, utilizzati per filtrare l’acqua per evitare il colera
I ricercatori del Maryland e Bangladesh, hanno trovato una soluzione semplice per evitare il colera (un’infezione acuta dell’intestino provocata dal batterio Vibrio cholerae, un bacillo veicolato principalmente dall’acqua), far scorrere l’acqua attraverso un vecchio sari piegato in quattro strati. Le fibre di cotone grezzo del sari, blocca il microscopico plancton, che attrae il colera.
I ricercatori hanno insegnato la tecnica alle donne di ventisette villaggi del Bangladesh, poi hanno monitorato la salute degli abitanti, hanno scoperto che il tasso di colera, rispetto ai villaggi circostanti, è diminuito del 50 per cento.
 
Occhiali regolabili
Chi ha gli occhiali, ha familiarità con l’esame della vista per trovare le giuste lenti, un processo semplice che di solito richiede non più di un paio di minuti con l’aiuto delle moderne attrezzature utilizzate dall’optometrista.
In paesi in via di sviluppo molti non possono permettersi un paio di occhiali, è eccessivo anche il costo per fare visite periodiche per riadattare le lenti.

Joshua Silver, professore all’Università di Oxford, ha inventato degli occhiali autoregolabili che possono correggere i difetti alla vista, un’invenzione semplice, geniale, un dono che finalmente permette a milioni di persone nei Paesi in via di sviluppo di portare gli occhiali senza dover spendere soldi.
La regolazione delle lenti degli occhiali di Joshua Silver è molto semplice: una soluzione di olio silicone trasparente con un meccanismo di regolazione è pompato in una membrana flessibile tra due dure lenti di plastica. Maggiore fluido nella membrana corregge l’ipermetropia e la presbiopia. Meno fluido corregge la miopia.
 
Il LifeStraw
Il Rapporto 2006 delle Nazioni Unite sullo sviluppo umano, ha messo in evidenza che più di un miliardo di persone su questo pianeta non ha accesso all’acqua pulita, a peggiorare le cose, depurare l’acqua per renderla potabile può essere un processo lungo e costoso.
L’acqua contaminata può causare malattie e morte. Circa la metà dei poveri del mondo soffre di malattie causate dall’acqua che bevono e utilizzare per cucinare, circa 6.000 persone muoiono ogni giorno per malattie che l’accesso all’acqua pulita avrebbe potuto impedire.
 Il colera, tifo e febbre enterica sono tutte le malattie mortali causate dal consumo di acqua contaminata. Contaminanti batterici o virali in acqua attraverso il rilascio di tossine nell’intestino, può causare diarrea e vomito negli esseri umani. Come risultato, una persona diventa disidratato , potrebbe morire, specialmente se quella persona perde più del 10 per cento dei fluidi del corpo.
L’acqua contaminata – secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) – ogni anno provoca più di 4 miliardi di casi di diarrea, 1,8 milioni di persone muoiono. La diarrea può essere particolarmente grave nei bambini piccoli e le persone che sono malnutrite o che hanno un sistema immunitario indebolito.
Garantire la sicurezza dell’acqua potabile nel mondo è diventata una delle principali priorità delle organizzazioni sociali di tutto il mondo. Gli studi dimostrano che il filtraggio dell’impurità dall’acqua è il modo migliore per renderla potabile.
LifeStraw è un dispositivo di filtraggio dell’acqua sviluppato nel 2005 dalla multinazionale svizzera Vestergaard Frandsen.
LifeStraw è un filtro per l’acqua portatile, rimuove efficacemente tutti i batteri e parassiti responsabili di comuni malattie diarroiche. LifeStraw non richiede alimentazione elettrica o di parti di ricambio e può essere portato in giro per un facile accesso ad acqua sicura e pulita.

l filtri LifeStraw sono stati spediti ad Haiti, prima che possano essere utilizzati, i lavoratori delle ONG devono essere addestrati su come usarli correttamente, a loro volta, saranno loro ad insegnare agli haitiani come usarli.
LifeStraw è un dispositivo di filtraggio dell’acqua sviluppato nel 2005 dalla multinazionale svizzera Vestergaard Frandsen. Economico e facile da usare, è diventato un’arma importante per filtrare l’acqua in modo da renderla potabile.

, , , ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →