Cina, ottimo test su strada della macchina senza conducente

Il test effettuato senza l'ausilio del GPS, la vettura controllata autonomamente solo da sensori e radar di bordo

L'auto si mette in moto, si dirige con sicurezza verso la destinazione, percorre 286 km e si ferma, il tutto senza un pilota umano.
No, non è una scena di qualche film di fantascienza hollywoodiano, ma un evento reale, registrato il 14 luglio 2011 su una superstrada che collega le città di Changsha e Wuhan, tra i capoluoghi di provincia di Hunan e Hubei.
L'auto, una Hongqi HQ3, progettata dalla National University of Defense Technology, è controllata da un sistema proprietario d’intelligenza artificiale (controlla il computer e i sensori), posto nel bagagliaio della vettura. Ha impiegato solo tre ore e 20 minuti per completare il viaggio.
Dai Bin, un professore del team di ricerca, ha detto:
"Abbiamo impostato solo una velocità massima, il resto è stato lasciato al controllo dell'intelligenza artificiale della vettura: telecamere e sensori radar della vettura senza pilota, hanno rilevato la presenza d’altre vetture, controllato i limiti di velocità, il tipo di traffico, i cambi di corsia, le strade.
L'auto ha superato diverse situazioni complicate che hanno reso il test ancora più difficile, in alcuni tratti la nebbia e rovesci temporaleschi hanno reso la segnaletica orizzontale poco chiara.
La macchina senza l'ausilio del GPS, per rilevare l'ambiente circostante e scegliere il percorso corretto, si è basata unicamente sul supporto dei suoi sensori laser.
Il test ha anche mostrato che la macchina è in grado di far fronte a potenziali pericoli derivanti da altri veicoli come ad esempio, improvvisi cambi di corsia.
L'auto senza conducente è più sicura perché i tempi di reazione sono più veloci degli esseri umani. E' in grado di rispondere in 40 millisecondi, mentre gli esseri umani hanno bisogno di almeno 500 millisecondi".
Lui Hangen, un altro professore del team di ricerca, ha detto:
"L'auto senza conducente, durante il percorso di test, ha compiuto 67 sorpassi ad una velocità media di 87 chilometri l’ora.
In Cina, la sperimentazione sulle automobili senza equipaggio è iniziata in ritardo, ma alcune nostre tecnologie, sono già conformi agli standard internazionali.
La Carnegie Mellon University, negli Stati Uniti, nel 1995 ha condotto un esperimento simile (auto senza pilota) su una lunga distanza, solo che in quell'esperimento, un essere umano controllava l'acceleratore e freni mentre l'auto senza poter sorpassare altre vetture, si limitava solo al controllo della direzione".
Dai Bin, ha aggiunto:
"Nel 2007, l'auto Hongqi HQ3, esposta in occasione della Conferenza mondiale sui 14 sistemi di trasporto intelligenti, ha destato enorme interesse da parte degli osservatori stranieri.
Ricordo che alcuni esperti mi chiesero se il sistema d'intelligenza artificiale fosse davvero stato sviluppato con le nostre tecnologie proprietarie. Altri, ironicamente, mi chiesero dove, nella macchina, avevamo nascosto i tre minuscoli robot responsabili del controllo dell'acceleratore, i freni e la direzione.
Le risposte riflettono il fatto che in Cina le tecnologie dell'auto senza conducente hanno compiuto progressi sorprendenti".
Il team dei ricercatori cinesi, ora sta collaborando con la China's First Auto Works, per approfondire lo sviluppo e la ricerca, per arrivare a produrre una versione commerciale della macchina senza pilota.
 

, , ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento