Cina – Ecco il villaggio Huangluo, dove tutte le donne hanno i capelli più lunghi del mondo (video)

I capelli sono molto importanti per le donne, generalmente evidenziano le loro caratteristiche, per le donne del popolo di etnia Yao del Villaggio  Huangluo, in Cina, i capelli sono il loro bene più prezioso.
Il villaggio Huangluo, situato nell’incantevole splendido scenario di Gulin Longji, in Cina, conta circa 82 famiglie di etnia Yao Red (prendono il nome dal tradizionale abito rosso).
Hunagluo, come molti altri villaggi cinesi, gode di un ambiente naturale molto attraente con antiche tradizioni che piacciono ai turisti, come quella dell’affascinante ossessione delle donne per i capelli lunghi. In effetti, l’insediamento Yao, conosciuto in tutta la Cina come “Il villaggio dei capelli lunghi“, ha ricevuto una certificazione da Guinness dei primati per “Il villaggio con i capelli più lunghi del mondo“, una reputazione ben meritata considerando che nel villaggio di Huangluo, la lunghezza dei capelli delle donne varia da 1,7 a 2,1 metri.
I capelli da sempre hanno segnato un ruolo importante nella vita delle donne di etnia Yao Red, fino a pochi anni fa, per antica tradizione, solo al marito e ai figli era permesso di guardare i capelli quando erano sciolti. Le donne durante l’estate e l’autunno, andavano al fiume a lavare i capelli, poi, per tenerli nascosti, li coprivano con una sciarpa blu: solo l’uomo che sarebbe diventato il loro marito, il giorno delle nozze, poteva avere il privilegio di vedere i capelli di una donna Hongyao in tutta la sua bellezza. L’uomo del posto o uno straniero che s’imbatteva con una donna e vedeva i suoi capelli, era costretto, come genero,  a trascorrere tre anni con la sua famiglia.
Tutte queste vecchie tradizioni sono state abbandonate nel 1987, le donne del popolo di etnia Yao, ora possono pettinare e mostrare con orgoglio i capelli in pubblico senza preoccuparsi delle conseguenze.

Il taglio dei capelli accade una sola volta nella vita
Le donne di Huangluo, possono tagliare i capelli una sola volta nella vita, a 16 anni, quando possono iniziare a cercare marito. I capelli tagliati sono donati alla nonna della ragazza per trasformarli in un copricapo ornamentale. La ragazza quando si sposa, dona il copricapo al marito, in seguito il copricapo diventa parte integrante  della pettinatura quotidiana della donna.
Si dice che i capelli di una donna Yao Red è composto da tre gruppi di capelli: il primo è quello che cresce ogni giorno, il secondo è quello del copricapo, il terzo è quello dei capelli che cadono e ogni giorno sono raccolti. I capelli di tutti i gruppi uniti formano acconciature elaborate che rappresentano lo status sociale della donna.
Tutte le donne di Huangluo, come acconciatura portano  raccolti  i capelli lunghi e neri, con alcuni dettagli che dicono molto su di lei:
– se ha i capelli avvolti semplicemente intorno alla testa, vuol dire che è sposata, ma non ha figli;
– se ha i capelli raccolti con un piccolo nastro sul davanti, vuol dire che è sposata con figli;
– se indossa un fazzoletto intorno alla testa, vuol dire che è alla ricerca di un amante.
Indipendentemente dal loro status, è impossibile non notare la bellezza dei capelli neri di ogni donna di etnia Yao Red: capelli, si dice, lavati con “acqua di riso” (l’acqua usata per lavare il riso), è il loro “shampoo” speciale.
In conclusione, perché queste donne lasciano crescere i capelli così lunghi? E’ perché credono che porti longevità, ricchezza e fortuna. Più sono lunghi i capelli, più fortunata sarà quella donna.

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento