Cina: Banche del seme, i migliori donatori scelti tra gli studenti universitari

 Sperma, o zi jing in cinese, condivide la parola “essenza” (hua Jing). Lo sperma per oltre un migliaio di anni, dal Taoismo è stato mistificato come fluido corporeo che contiene l’energia e anche la forza vitale. D’altra parte, l’idea di donare lo sperma è ancora visto di buon occhio dalla maggioranza conservatrice.
Ora i maschi hanno un incentivo ad essere generosi con il loro sperma. In Cina le banche del seme stanno offrendo più soldi ai volontari donatori di sperma. Gli studenti universitari rappresentano oltre il 90% dei donatori in Cina.
In Cina meridionale nella provincia del Guangdong, di solito al donatore di sperma qualificato è richiesto di donare il seme per dieci volte, in cambio, ogni v olta, ottiene 300 yuan (46 dollari americani). Somma che ammonta fino a 3.000 yuan, o 460 dollari, l’equivalente dell’importo medio annuo della borsa di studio assegnata ad un studente di college cinese.
Alcuni donatori lo fanno a fin di bene pubblico, altri si sono iscritti alla banca del seme, per guadagnare soldi per comprare un iPad o un nuovo cellulare.
Mr. Feng,
lavora come punto di collegamento tra collage, università e banche del seme locali, ha affermato che la somma di 3.000 yuan è senza dubbio un fattore importante per invogliare gli studenti a donare il seme.
Tang Lixin,
direttore della banca del seme nel Guangdong, ha sottolineato che la donazione di sperma non equivale ad una vendita. I donatori ricevono soldi semplicemente come contributo per il cibo e le spese di viaggio. La donazione del seme è un modo per aiutare gli altri. Inoltre, per posizioni etiche, un volontario può fare solo una donazione. Il suo sperma può essere utilizzato solo per fecondare cinque donne. La banca del seme per evitare donazioni multiple, ha istituito un sistema d’autenticazione con le impronte digitali“.
Mr. Feng, ha aggiunto:
“I requisiti per la raccolta e la selezione dei campioni di sperma sono molto rigorosi. Decine di test sono stati effettuati anche per le malattie genetiche, anomalie cromosomiche e malattie sessualmente trasmissibili. In materia di salute riproduttiva ciò è un buon riferimento per il donatore.
La Guangdong Sperm Bank, dal 2010 ha mobilitato gli studenti per donare lo sperma ogni due settimane (escluso il periodo delle vacanze scolastiche). Finora, hanno partecipato circa 2.000 studenti. La risposta dello SCUT (South China University of Technology) è stata strabigliante, quest’anno hanno già superato la quota annuale dell’anno scorso. Noi in realtà non abbiamo fissato una quota massima”.
Il China Daily, riporta che in Cina negli ultimi anni, il tasso d’infertilità tra le coppie cinesi è salito al 10%.  L’incidenza tra la popolazione delle città è in continuo aumento.
Cinque anni fa, l‘indagine delle banche dello sperma sulle coppie che ricorrono alla fecondazione artificiale, ha scoperto che le tre principali preoccupazioni sul donatore di seme riguardano la sua altezza, la città natale e l’istruzione. La Cina ha solo dieci banche del seme. Le esigenze delle coppie possono essere soddisfatte solo per il tipo di sangue e l’altezza del donatore.
Wang Wei, medico in una banca del seme nella zona orientale della provincia di Jiangsu, ha detto:
“I requisiti minimi stabiliti per i donatori includono l’altezza non inferiore 1.65 cm e l’iscrizione come studente ad un college o università. Abbiamo deciso per gli studenti a tempo pieno di abbassare le richieste di donazione. La salute fisica di chi è impegnato a tempo pieno, può peggiorare a causa dello stress da studio. Inoltre, la probabilità di contrarre una MST (Malattie Sessualmente Trasmissibili) è più elevata“.

Che cosa dicono i donatori
Lo studente A
, ha donato il suo sperma non molto tempo fa, non trova nulla di strano a farlo:
“I bambini in provetta sono in voga da anni, ora donare lo sperma è più accettato. Tuttavia, non ho intenzione di dirlo alla mia famiglia perché la vecchia generazione la pensa diversamente. Temo di suscitare un gran clamore”.

Lo studente B è stato molto franco:
“Ho bisogno di comprare un nuovo cellulare perché l’ho perso. Ho letto l’annuncio per i donatori sul sito web della scuola. La prima volta non è stato un bel momento, in seguito, dopo aver fatto indagini approfondite, ho trovato tutta la procedura  molto seria”.

Lo studente C, ha condiviso la sua esperienza nel forum on-line della scuola. Ha scritto:
“La prima volta che sono andato a donare il seme, ero molto a disagio per una forma di goffaggine che colpisce la maggior parte degli studenti. Dopo non ho avuto più problemi”.

E’vero che i donatori sono aiutati da personale femminile?
La voce girava nel 2008, sosteneva che personale femminile assisteva nella raccolta del seme, il tutto fatto girare in rete, corredato con una foto esplicita.
Il dottor MA,
chiarisce:
“Da dove arriva questa storia, non si sa. La verità è che il donatore di sperma deve fare tutto da solo: prima attende nella zona pubblica dove sono disponibili, per la lettura, riviste sulla salute sessuale. In un secondo tempo, può entrare nella sala privata per donare il seme”.
A Guangzhou, la sala per la donazione ha un divano letto, un lavandino, un cestino e la carta a doppio velo. La foto di una pin-up è appesa alla parete di fronte. Un televisore è disponibile per vedere video che possono stimolare il donatore. Al termine della raccolta il donatore, attraverso una finestrella, passa il contenitore al personale medico.
L’uomo prima della donazione deve rimanere sessualmente inattivo per quattro – sette giorni. Dopo aver superato lo screening, deve recarsi alla banca del seme ogni due o tre settimane. Sono necessarie otto, dieci donazioni per raggiungere la quantità standard del campione raccolto”.

, , , ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

2 thoughts on “Cina: Banche del seme, i migliori donatori scelti tra gli studenti universitari

  1. mamma mia che fatica  Pat….. ci sono problemi su splinder in questi giorni? sai qualcosa? bacione….
    😉

  2. NicDwaRazy – Si, problemi sulla Piattaforma, segnalati dagli utenti, purtroppo nessuno della Redazione di Splinder,ha rilasciato qualche nota sul disservizio che ha paralizzato Splinder. Ora si riesce a fare qualcosa. Grazie per aver lasciato il tuo commento, nonostante le evidenti difficoltà. Baciotto*

Lascia un commento