Cicli di chiusura (Si deve sempre sapere quando una fase giunge al termine)

Molte volte ho ricevuto via Internet, testi che mi hanno attribuito, ma non ho scritto, come il testo qui sotto. Ho fatto diverse revisioni poi ho deciso di postarlo. – Paulo Coelho]

Encerrando ciclos (cicli di chiusura) - Paulo CoelhoEncerrando ciclos (Cicli di chiusura)
Si deve sempre sapere quando una fase giunge al termine. Se insistiamo a rimanere oltre il tempo necessario, si perdono la felicità e il significato delle altre fasi che dobbiamo affrontare.
Cicli di chiusura, chiudere le porte, finire i capitoli – qualunque sia il nome che gli diamo, ciò che conta è lasciare nel passato i momenti di vita che sono finiti.
Avete perso il lavoro? Una storia d’amore è finita? Hai lasciato la casa dei tuoi genitori? Sei andato a vivere all’estero? Una duratura amicizia è improvvisamente finita? Puoi spendere molto tempo a chiederti perché questo è successo.
Puoi dirti che non farai un passo finché non scoprirai perché certe cose che erano così importanti e così solide nella tua vita si sono trasformate in polvere, proprio così. Ma un tale atteggiamento sarà terribilmente gravoso per tutti i soggetti coinvolti: i tuoi genitori, tuo marito o tua moglie, i tuoi amici, i tuoi figli, tua sorella. Ognuno sta finendo i propri capitoli, girerà nuove pagine per risalire la propria vita, farà male a tutti vederti a un punto morto.
Le cose passano, e la migliore che possiamo fare è lasciarle veramente andare via.
Ecco perché è così importante (per quanto doloroso possa essere!) distruggere ricordi, spostare le cose, regalare agli orfanotrofi, vendere o donare i libri che possiedi in casa.
Tutto in questo mondo visibile è una manifestazione del mondo invisibile, di ciò che sta accadendo nei nostri cuori – e liberarsi di certi ricordi significa anche fare un certo spazio per altri ricordi a lasciare che occupino il loro posto. Lascia che le cose vadano. Staccati da loro.
Nessuno gioca questa vita con le carte segnate, così a volte si vince e a volte si perde. Non ti aspettare niente in cambio, i tuoi sforzi non si aspettino di essere apprezzati, il tuo genio di essere scoperto, il tuo amore di essere capito.
Smetti di accendere la  televisione per emozionarti a vedere lo stesso programma più e più volte, quello che mostra quanto hai sofferto per una certa perdita: non fa altro che avvelenarti, nient´altro.
Nulla è più pericoloso del non accettare le relazioni d´amore che si rompono, un lavoro promesso, ma senza una data per iniziare, decisioni sempre rimandate in attesa del “momento ideale“.
Prima d’iniziare un nuovo capitolo, il vecchio deve essere finito: devi dire a te stesso che quello che è passato non potrà mai tornare indietro. Ricorda che c´è stato un tempo quando si poteva vivere senza quella cosa o quella persona – nulla è insostituibile, un’abitudine non è un bisogno. Questo può sembrare ovvio, può essere anche difficile, ma è molto importante.
Cicli di chiusura.
Non per orgoglio, incapacità o arroganza, ma semplicemente perché questo non corrisponde più alla vostra vita.
Chiudi la porta,
cambia musica, pulisci la casa, scuoti via la polvere.
Smetti di essere chi eri, e trasformati in chi sei. [Paulo Coelho Blog]

, ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

1 thought on “Cicli di chiusura (Si deve sempre sapere quando una fase giunge al termine)

  1. Per un ringo come te, nulla è possibile, smetti di essere chi eri, e trasformati in chi sei. A proposito, chi sei? :-).

Comments are closed.