Censura cinese, navigatori controllati da poliziotti virtuali

 Governo cinese scatenato, adesso controlla i navigatori del web con i cartoni animati: due poliziotti virtuali si materializzano sullo schermo per redarguire gli incauti che navigano su siti proibiti

Navigatori cinesi controllati da poliziotti virtualii

Il governo cinese, nel tentativo di frenare l’uso illegale e immorale d’internet, ha scatenato sugli schermi dei computer dei navigatori cinesi, una coppia di cartoni animati (maschio e femmina), in rappresentanza di due poliziotti virtuali, che pattugliano le strade del web, spostandosi a piedi, in moto o in macchina e si materializzano nello schermo di tutti gli internauti che navigano in siti "proibiti", per ammonirli con messaggi di testo. I navigatori che hanno bisogno di "aiuto", possono cliccare sulle gif animate dei poliziotti virtuali per essere reindirizzati a Pechino, presso il sito del Ministero della pubblica sicurezza.
Inizialmente i poliziotti virtuali, hanno redarguito solo i cinesi trovati a navigare all’interno della lista dei 13 portali monitorati dal governo.  Entro la fine del 2007, sarà un gran cartone animato con i poliziotti virtuali a pattugliare a tappeto tutti i siti cinesi.
Il controllo/censura dei contenuti web, considerati illegali e immorali da parte dei funzionari governativi non è un segreto. Apparentemente la novità censoria dell’utilizzo dei poliziotti virtuali, mascherati da cartoni animati, sembra un modo sottile utilizzato dalle autorità per ricordare ai cinesi che la polizia è sempre presente e li osserva, anche se a punirli è un cartone animato.
Liberamente tradotto da TgDaily

, , , , ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

2 thoughts on “Censura cinese, navigatori controllati da poliziotti virtuali

  1. Ciao Virtual,

    grandissimi auguri da parte di MC e di tutta la truppa.

    Sei sempre uno dei nostri preferiti e lo sai.

    Un abbraccio.

Lascia un commento