Carne fresca e rossa? Attenzione al trucco del monossido di carbonio …

Le industrie della carne in molti paesi per vendere il loro prodotto oltre il periodo della naturale freschezza lo tratta con gas molto tossici. In realtà il 70% di tutte le carni e pollo negli Stati Uniti e in Canada sono soggetti al trattamento del gas velenoso conosciuto come il monossido di carbonio.
Il monossido di carbonio (CO) è un gas incolore, inodore, insapore e tossico, quando gli individui sono esposti a elevati livelli di CO, iniziano ad accusare effetti negativi dopo il legame di una molecola nel sangue che trasporta l’ossigeno noto come l’emoglobina. Minori livelli di esposizione di monossido di carbonio si manifestano con mal di testa, confusione, stanchezza e nausea, mentre i livelli più elevati di esposizione potrebbero provocare perdita di coscienza, la morte, o gli effetti neurologici negativi a lungo termine.
Le carni fresche prima di essere consumate devono essere conservate a una bassa temperatura, anche un paio di gradi sopra la temperatura consigliata può provocare la crescita batterica e accelerare il deterioramento.
L’industria della carne come soluzione ha deciso di utilizzare il monossido di carbonio, per questo motivo la carne per più tempo anche quando è deteriorata mantiene un colore rosso brillante (vedi foto).

carne trattata con monossido di carbonio colore rosso
Il monossido di carbonio introdotto illecitamente nelle confezioni sigillate di carne si ripartisce nel tempo per reazione con i tessuti muscolari superficiali della carne, per formare la carbossimioglobina, assai più stabile (25 volte) dell‘ossimioglobina. Col trascorrere del tempo dal momento della macellazione (o dallo scongelamento) l’ossimioglobina si ossida per formare la metamioglobina. Analogo processo avviene per la carbossimioglobina, quando è rimossa l’atmosfera di monossido di carbonio.
La carbossimioglobina è più stabile della forma ossigenata di mioglobina (un pigmento formato con la combinazione con l’ossigeno), quando ossidato il pigmento diventa marrone.
L’aggiunta di ossido di carbonio nella carne è una pessima idea, i consumatori possono essere ingannati pensando di comprare carne fresca.
La maggior parte di consumatori di carne non è a conoscenza che oltre il 70% di manzo e pollo venduto negli Stati Uniti, Canada e altri paesi è trattato con il monossido di carbonio, anche se in piccole dosi è sempre un gas velenoso. Il processo è vietato in molti altri paesi, Giappone, Singapore e l’Unione europea.

, , ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento