Capodanno nel mondo, usi e costumi

Non c’è solo il vischio, il panettone, lo zampone, il brindisi e la pokerata con gli amici a salutare l’inizio del nuovo anno. O meglio, simili tradizioni sono radicate principalmente nella nostra cultura mentre nel resto del mondo ci sono altri rituali, altre usanze, altro folclore. Vediamo insieme come si aspetta il Capodanno "all around the world".
In Spagna, secondo un’antica tradizione popolare, dodici secondi prima della mezzanotte bisogna mangiare dodici chicchi d’uva, uno per ogni mese dell’anno. Porta bene indossare un indumento rosso la notte della vigilia e, dopo il tradizionale brindisi, le persone mettono un anello nella coppa in cui hanno brindato, per propiziare la buona fortuna.
In Francia la tradizione vuole che vi sia un’abbondanza di vischio per il Capodanno. Lo champagne, manco a dirlo, scorre a fiumi in ogni casa e a mezzanotte, dopo un’abbondante cena a base di prodotti tipici, come il foie-gras, si stappano le bottiglie e si lasciano volare i tappi.
In Grecia per Capodanno chiunque entri in casa per primo, a qualunque ora, deve buttare un melograno a terra, rompendolo. Più chicchi si spargeranno, più la fortuna toccherà i proprietari.
A tavola si prepara la Vassilopitta, un pane all’interno del quale viene inserita una moneta d’oro o d’argento. La torta di pane viene tagliata secondo un rituale preciso, chiunque trova la moneta nella propria fetta sarà fortunato per l’anno futuro.
In Inghilterra i giochi tradizionali sono pescare con le dita frutta secca che galleggia su un liquore infiammato, saltare su di un cerchio di tredici candele disposte sul pavimento senza spegnerne nemmeno una e mangiare una mela infilata in un bastoncino sospeso ad un filo senza spegnere la candela infilata sull’altra estremita’.
In Germania si vive il capodanno come Carnevale,tutti mascherati e spumante a fiumi. Si offrono noci,o nocciole ed uvetta a tutti gli amici e i conoscenti. Nelle regioni protestanti si usa l’arringa affumicata,utile sembra anche a far passare la sbronza.
In Russia si fa l’albero il 31 e si aspetta la mezzanotte scandita dalla torre Spasskaja del Cremlino per ballare e mangiare: prugne secche farcite di nocciole ricoperte da panna acida.
In India e’ proibito stare in casa : vestiti di nuovo bisogna scendere in strada a ballare e banchettare con pollame e riso.
In Usa si brinda con una specie di zabaione a base di brandy,uova,miele e spezie. Nella parte orientale si esce di casa per rientrare con qualcosa di vecchio,una pietra,un ramo ,simboli di fortuna. a mezzanotte tenere un penny in mano per assicurarsi soldi tutto l’anno.
In Messico, invece, per tutta la giornata si accende e si spegne il fuoco gettando tra le fiamme pietre,pestelli o mestoli di legno,il piatto tradizionale è a basa di mais (simbolo d’oro).
Nel Sudamerica ci si veste tutti di giallo colore dell’oro, del sole e della luce. A mezzanotte si mangiano dodici chicci di uva nera esprimendo un desiderio per ciascuno e il capofamiglia sulla porta di casa ,girando la schiena alla strada ,versa il contenuto di un bicchiere di vino scacciando cosi’ la sfortuna.
Si ringrazia Excite.it

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

0 thoughts on “Capodanno nel mondo, usi e costumi

  1. Da me: si indossa un bel pigiamone di pile, si sta davanti al pc, con il cane sotto la scrivania e il CD a tutto volume, per coprire il rumore dei botti.

    P.S. Questa Excite non la sapeva;-)

  2. stavo pensando…

    agli spagnoli quest’anno toccherà mangiarne 13, di chicchi d’uva…

  3. Grazia i botti che fanno spaventare gli amici a 4 zampe. Chissà se con una cuffia, riescono anche loro a non sentire i botti :-):

Lascia un commento