Candida auris: segnali e sintomi del fungo resistente ai farmaci che uccide in 90 giorni

I superbatteri sono una prospettiva terrificante a causa della loro resistenza al trattamento, un superbatterio che sta colpendo tutto il mondo è la Candida auris. E’ un fungo che provoca gravi infezioni in varie parti del corpo, tra cui il flusso sanguigno e l’orecchio.
Il fungo sebbene la sua scoperta sia stata relativamente recente nel 2009, ha già provocato il caos negli ospedali di oltre venti località nel mondo, tra cui Stati Uniti, Regno Unito e Spagna.
I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) negli Stati Uniti riporta che lo scorso febbraio sono stati segnalati 587 casi clinici d’infezioni da Candida auris. La maggior parte dei casi si sono verificati nelle aree di New York City, New Jersey e Chicago.
Gli ospedali, poiché la Candida auris è particolarmente dannosa, per gli individui il cui sistema immunitario è già compromesso, sono particolarmente vulnerabili. Molti ospedali in tutto il mondo hanno già sperimentato epidemie.

Segnali e sintomi del suberbatterio Candida auris
Candida auris è difficile da identificare, i sintomi più comuni sono febbre e brividi, in particolare, è possibile che queste condizioni non migliorino con l’assunzione di un trattamento antibiotico per un’infezione batterica.
I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) evidenziano che alcuni sintomi possono non essere evidenti perché molti pazienti con un’infezione da Candida auris, hanno già un altro tipo di malattia.
I sintomi dipendono anche dalla parte del corpo colpita dall’infezione, a causa della difficoltà nel riconoscere questa particolare condizione, gli individui che sospettano di essere portatori di un’infezione fungina devono visitare immediatamente un medico: in definitiva, solo un test di laboratorio può confermare un’infezione da Candida auris.

Perché la Candida auris è così letale?
E’ un superbatterio pericoloso perché più di un paziente su tre con infezione invasiva da Candida auris muore:
– è farmaco-resistente a molti comuni farmaci antifungini, con la maggior parte dei ceppi resistenti ad almeno uno dei tre tipi di trattamento fungino; alcuni ceppi sono resistenti a tutti e tre i tipi di farmaci usati per trattare le infezioni fungine;
– è anche difficile da identificare con le infezioni che spesso sono erroneamente diagnosticate come altri tipi d’infezioni fungine. Test di laboratorio specializzati sono utilizzati per riconoscere correttamente i funghi come Candida auris;
– Candida auris soprattutto è particolarmente tenace e capace di persistere a lungo sulla pelle o su varie superfici.
Tom Chiller, esperto presso i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC), a Usa Today in conclusione ha detto:
«La Candida auris può diffondersi tra i pazienti nelle strutture sanitarie e causare epidemie, in questo modo, sembra comportarsi come alcuni batteri multifarmaco resistenti. E’ un particolare fungo che per un mese o anche più a lungo oltre che sulla pelle, può sopravvivere su superfici asciutte come pareti, mobili o strutture di ogni tipo».

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →