Calciopoli: Vi pare giusto che il Milan possa disputare la coppa Uefa? a me no. Replica avvelenata del Milan

Tardelli – Questa sentenza sembra squilibrata perche’ punisce troppo i club e poco o nulla le persone. E tra i club, ne punisce molto o moltissimo alcuni, e quasi non ne punisce altri”. E’ quanto afferma Marco Tardelli, che fa parte del consiglio di amministrazione della Juventus. Il verdetto piu’ giusto, spiega Tardelli in un’intervista a ‘Repubblica’, sarebbe stato ”tutti in B, senza penalizzazioni. Oppure tutti penalizzati, pero’ in A. Al contrario, pagano i tifosi che non c’entrano niente. Vi pare giusto che il Milan possa disputare la coppa Uefa? A me no”.
Secondo Tardelli si tratta quindi di una ”sentenza emotiva e un po’ frettolosa”. ”Nessuno -spiega- puo’ negare che la Juventus abbia ammesso una parte di colpa, giudicando equa la retrocessione in B. Ma non certo con trenta punti di penalizzazione. E sono stati cambiati tutti i dirigenti: ci aspettavamo piu’ comprensione da parte della corte”.
Questo verdetto, secondo Tardelli, ”non salva il sistema. E non lo cambia. Il calcio dev’essere ripulito e per pulire bisogna prima punire. Qui invece si condanna e basta”. E non c’e’ stata nessuna sorpresa per lo scandalo perche’, conclude Tardelli, ”tutti sapevano tutto da anni, compresi i controllori e i controllati”.

La bordata del Milan
"Nella sua carriera, Tardelli si é dimostrato grande giocatore, ma con questo atteggiamento si propone come piccolo uomo". E’ un duro attacco quello che il sito ufficiale del Milan riserva a Marco Tardelli dopo le sue dichiarazioni critiche nei confronti della sentenza della Caf. Tardelli, membro del cda della nuova Juventus, aveva spiegato che "c’era un nome da colpire di più, un nome su tutti e invece non è stato quasi colpito". Secondo il sito rossonero, il riferimento esplicito è nei confronti di Adriano Galliani:
"E’ un tackle fuori tempo – si legge sul sito – Forse brucia ancora, sulla sua pelle, la sconfitta nel derby storico, che finì 6-0. Era l’11 maggio 2001 e quella data, probabilmente, ha anche messo la parola fine alla carriera del Tardelli-allenatore", che in quella stagione era appunto sulla panchina dell’Inter. "Proprio l’ex centrocampista – si legge ancora sul sito – dovrebbe sapere che nel mondo del calcio si usa dire che ‘i problemi devono restare all’interno dello spogliatoiò…ma che é anche cosa buona e giusta non commentare ciò che riguarda altri colleghi, altre società".
Invece Tardelli ha spiegato che "a volte agitare i fantasmi premia. Vi pare giusto che il Milan possa disputare la coppa Uefa? A me no", con riferimento al presidente del Milan Silvio Berlusconi. "Il suo ruolo di commentatore per le notti mondiali é terminato – ricorda con sarcasmo la nota del sito rossonero – A Tardelli, adesso, non spetta il compito di giudicare, ma di lavorare per la sua società e per il suo nuovo incarico. Del parere di Tardelli, ai tifosi del Milan, non interessa molto, anzi…Ciò che conta (e lo si vuole rimarcare con forza) è la giustizia, che deve emergere con obiettività ed equità".
Al dirigente bianconero viene inoltre rimproverato "il coraggio di paragonare il verdetto emesso su Moggi e Giraudo a quello di altri che hanno avuto ‘appena un anno di inibizione’. Che colpa può avere il Milan – si chiede il sito rossonero – se i predecessori di Tardelli hanno ottenuto con mezzi illeciti risultati che avrebbero dovuto essere conquistati da altri?".

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

3 thoughts on “Calciopoli: Vi pare giusto che il Milan possa disputare la coppa Uefa? a me no. Replica avvelenata del Milan

  1. 1) “E’ un tackle fuori tempo – si legge sul sito – Forse brucia ancora, sulla sua pelle, la sconfitta nel derby storico, che finì 6-0. Era l’11 maggio 2001 e quella data, probabilmente, ha anche messo la parola fine alla carriera del Tardelli-allenatore”, che in quella stagione era appunto sulla panchina dell’Inter.” :)))

    2) “Proprio l’ex centrocampista – si legge ancora sul sito – dovrebbe sapere che nel mondo del calcio si usa dire che ‘i problemi devono restare all’interno dello spogliatoiò…ma che è anche cosa buona e giusta non commentare ciò che riguarda altri colleghi, altre società”. :(((

  2. Damina, anche a te, baciotto*
    Grazia Non ho capito se Tardelli ha esternato a livello personale o l’ha fatto personalmente per parlare a nome della Juve. La situazione è delicata e alimentare polemiche infuocate da parte di dirigenti e addetti ai lavori, accende l’ira dei tifosi già in fermento per la sentenza della Caf. Sembra che la fanno apposta per rendere il clima iancora più infuocato con conseguenze pericolose per l’ordine pubblico. Questo comportamento è normale? penso che è da veri irresponsabili.

    Baciotto*

Lascia un commento