Boston University denuncia Apple per violazione di brevetto utilizzato su iPhone 5, l’iPad e MacBook Air

Boston University ha chiesto alla Corte Distrettuale del Massachusetts di vietare la vendita di una vasta gamma di prodotti Apple – tra cui l’iPhone 5, l’iPad e il MacBook Air – perché ha violato un brevetto (per l’esattezza il numero US 5686738 A) di proprietà della Boston University, rilasciato nel 1977 da uno dei suoi docenti il Prof. Theodore Moustakas.
I legali della Boston University (vedi denuncia) hanno scritto che molti prodotti Apple contengono un dispositivo che è ancora sotto protezione di brevetto come la sottile pellicola di nitruro di gallio utilizzata sui chip semiconduttori all’interno di iPhone, iPad e MacBook Air.
Boston University ha anche detto che la violazione del brevetto da parte di Apple ha causato e continua a procurare un danno irreparabile per l’Università, per questo è orientata a chiedere un risarcimento danni oltre agli interessi, sulla base di un conteggio di tutti i profitti che Apple ha ricavato con l’utilizzo del suo brevetto.
Il Boston Herald ha citato il parere di Roger Kay, tecnico analista di Endpoint Technologies Associates, ha detto che un verdetto sul risarcimento danni a favore della Boston University, potrebbe essere quantificato in settantacinquemilioni di dollari.
La Boston University per la violazione del suo brevetto, oltre a Apple ha presentato la stessa denuncia contro Amazon e Samsung.
Il brevetto scadrà alla fine del prossimo anno, sarà interessante vedere come andrà a finire tra la Boston University e la triade dei giganti tecnologici.

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →