Bioarte: le colonie batteriche sul cellulare offrono un nuovo significato alla “cultura smartphone” (foto)

Tutti siamo a conoscenza dei batteri invisibili che si celano nell’ambiente, sulle nostre scrivanie, anche sui nostri smartphone.
Il Prof. Simon Park nell’ambito di uno studio nella trasmissione dei batteri, ha chiesto a un gruppo di studenti del suo corso di laurea di Batteriologia Pratica e Biomedica presso l’Università del Surrey nel Regno Unito, di fare un ulteriore passo in avanti, creare un po’ di bioarte con i microrganismi che si trovano sui telefoni cellulari. Gli studenti li hanno poggiati sulle Piastre di Petri, preparate con terreni di coltura, hanno atteso tre giorni per far crescere i batteri (clicca l’immagine per vedere altre foto).

Bioarte batteri sul cellulare
Il Prof. Simon Park, nel suo blog “Esplorare l’invisibile“, nell’articolo “Lo smarphone come vettore“, ha scritto:
«I batteri al fine di promuovere la loro trasmissione possono utilizzare molti mezzi come insetti, acqua, cibo, tosse e starnuti, il contatto sessuale e la pioggia. Il cellulare sembra non far eccezione a questa regola.
Il telefono cellulare (come evidenziato dalle immagini), non solo ricorda i numeri di telefono, ma nasconde anche una nostra personale storia di contatti fisici con altre persone, il suolo, l’ambiente ecc.».

, ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

3 thoughts on “Bioarte: le colonie batteriche sul cellulare offrono un nuovo significato alla “cultura smartphone” (foto)

  1. Thanks in support of sharing such a fastidious thinking, article is pleasant, thats why i have read it fully

Lascia un commento