Bambino di tre mesi accecato dal flash del cellulare

Il bambino è rimasto cieco da un occhio per colpa di un amico di famiglia, ha scattato una foto con il cellulare dimenticando di disattivare il flash. I medici hanno detto che il bambino di tre mesi ha subito danni irreparabili dal flash del cellulare, posto a circa 25 cm di distanza.
I genitori – come riporta il Quotidiano del Popolo online – dopo lo scatto della fotografia hanno notato che c’era qualche problema con la vista del loro bambino. L’incidente ha causato al piccolo una visione ridotta all’occhio sinistro e la cecità all’occhio destro. Il danno è permanente non può essere risolto con un intervento chirurgico.
La forte intensità del flash ha danneggiato le cellule sulla macula, è la parte dell’occhio, dove avviene la nostra più nitida visione centrale che permette di guidare, leggere, riconoscere i volti e svolgere le attività quotidiane. Il danno alla macula può portare alla perdita della visione centrale.
La macula non è pienamente sviluppata fino a quando i bambini non raggiungono l’età di quattro anni, significa che sono molto sensibili alla forte luce.
In conclusione è buonissima norma evitare di scattare molte fotografie ravvicinate con il flash e mettere un neonato di sotto a un fascio di luce diretta.

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento