Arti amputati a una donna a causa di un’infezione provocata da una leccata del suo cane

La rapida spirale discendente verso la morte della proprietaria di un’azienda dell’Ohio è iniziata in modo abbastanza innocente, con una leccata affettuosa sul braccio da uno dei suoi due cani da compagnia.
I sintomi di Marie Trainer sono emersi poco dopo, sentiva nausea, la sua temperatura si comportava in modo irregolare e, dopo essere stata portata in ospedale, le sue condizioni continuavano a peggiorare. La sepsi si stabilizzò e lei sviluppò la cancrena.
Il personale medico dell’ospedale di Aultman mise Marie Trainer in coma indotto. La donna si svegliò dieci giorni dopo per scoprire che le braccia e le gambe erano state parzialmente amputate. Ha detto:
«Quando ho aperto gli occhi, non sapevo, dove fossi. E’ stato molto difficile scoprire che hanno dovuto togliermi le gambe e le braccia, molto difficile da gestire» (vedi video).
Le amputazioni probabilmente le hanno salvato la vita, i test hanno evidenziato che la causa dell’infezione era il batterio Capnocytophaga canimorsus, si trova comunemente nei cani e nei gatti, può essere contagioso dopo un contatto ravvicinato. La maggior parte delle volte l’esposizione a esso non comporta le gravi conseguenze che Marie Trainer ha dovuto affrontare.
I medici ritengono che il batterio possa essere entrato nel suo corpo attraverso un piccolo graffio sul braccio. La dottoressa Margaret Kobe, direttore medico delle malattie infettive presso l’ospedale di Aultman dove è stata trattata Marie Trainer, sul Capnocytophaga canimorsus ha detto:
«E’ abbastanza comune nella flora orale o la bocca di un cane, può essere trasmesso attraverso un morso, a volte solo dopo un contatto con la saliva. E’ molto virulento, ha la capacità di indurre il sistema immunitario a fare cose orribili».
La seria reazione di Marie Trainer alla leccata del cane è molto rara, avviene in circa una persona su un milione di persone. La dottoressa Margaret Kobe ha detto che né lei né Marie Trainer vuole che le persone abbiano paura dei loro animali domestici, ma vogliono che siano consapevoli dei germi che possono causare infezioni durante le interazioni e riconoscerne i sintomi.

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →