Archeologia – Ecco la più antica animazione grafica al mondo, risale a 5.200 anni fa

La scoperta su una ciotola di terracotta (rinvenuta da archeologi italiani)

I Beni Culturali, Turismo e Artigianato (Organizzazione CHTHO), in Iran,  hanno annunciato di aver realizzato un breve filmato utilizzando le immagini riprodotte su una ciotola di terracotta (v. foto), trovata nell’antica città di Burnt (Shar-i Sokhta, 2600 aC, circa), da un gruppo d’archeologi italiani.
Diretto da Mohsen Ramezani, il filmato  di 11 minuti, presenta al pubblico la ciotola di terracotta, scoperta da un team archeologico italiano  in una tomba risalente a 5.200 anni fa, nell’antica città di Burnt, pochi anni prima della Rivoluzione islamica del 1979.
La scoperta dei disegni collegati all’animazione, è stata fatta in seguito dall’archeologo iraniano Mansur Sajjadi, nominato direttore del gruppo di lavoro archeologico presso la città di Burnt (si trova a 57 chilometri dalla città di Zabol nella provincia sud-occidentale iraniana del Sistan-Baluchistan).
Il team d’archeologi italiani (a loro si deve la scoperta della ciotola),  non aveva compreso la relazione tra i disegni e l’animazione.
La ciotola mostra cinque disegni di una capra selvatica, le immagini messe in sequenza (come in un flip book), mostrano la capra selvatica mentre salta per mangiare le foglie dell’albero (clicca qui per vedere l’animazione).
Liberamente tradotto da Tehran Times

, ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →