Amici del gasssso

Putin: "Per l’amico Silvio che conta un ‘gasso’, si fa questo e altro".
Per fortuna che abbiamo Fini, lui sì cervello fino:  "l’UE deve muoversi, inascoltati i nostri appelli all’amico Putin che rifiuta di rispondere al telefono perché dice di non conoscerci. Per questo sento il dovere di scrivere una lettera accorata alla presidenza austriaca e a Barroso per chiedere aiuto. La dimostrazione che io e Silvio alla prova dei fatti, non contiamo un gassssssso" (finezza, diplomatica).

Lettera a presidenza austriaca e a Barroso
(ANSA) – ROMA, 2 GEN – Gianfranco Fini chiede il tema della crisi russo-ucraina venga posto quanto prima e al massimo livello all’attenzione dei 25 governi europei. Il vicepremier ha scritto all’Austria, presidente di turno, e a Barroso: ‘L’Unione ha il dovere di assumere iniziative diplomatiche non solo per le gravi conseguenze energetiche derivanti dal deteriorarsi dei rapporti tra i due Paesi, ma anche perché l’Ue ha la forza per indurre Mosca e Kiev a definire il contenzioso.
 

, , ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

16 thoughts on “Amici del gasssso

  1. ..chissà come mai nn si vede più la mia icona di Snoopy..pufff..sparita…

    Notte serena Patt..a domani..^^

  2. Se trovassimo il modo di sfruttare l’aria che emettono i nostri sgovernanti/spolitici ogni volta che parlano avremmo risolto il problema degli approvvigionamenti dall’estero (anzi, poteremmo vendere il surplus…)

  3. Il gasso questi politici [tutti] oltre ad averlo rotto non sanno nemmeno farlo arrivare dagli altri!

    Ma quando si comincerà a lavorare seriamente per produrre le enrgie alternative???!!???

  4. Saluti GASATI come una bottiglia di minerale frizzante!

    saccheggiatorcortese.splinder.com

  5. Ciao Patt….Buon anno anche a te!

    Sono tornata proprio oggi dall’Alto Adige, dove ho trovato un freddo assurdo (- 22°C il 30.12.05).

    Claudia***

    P.S. nel mio ultimo post ci sono 4 commenti, ma il quarto,lasciato da un anonimo, non riesco a visualizzarlo..bohhh

  6. Ciao Pattinando, la vignetta è bellissima come la sintesi che tu hai scritto per il tuo blog. Alla prossima e ancora buon anno, se non te l’ho già dato, non ricordo…

    Ciao Matt.

  7. In effetti quel giorno, grazie ai – 22 ° , avevo delle fitte lancinanti alle mani e ai piedi e dopo aver fatto solo qualche discesa ed essermi surgelata su una seggiovia LENTA, NON COPERTA, tutta all’ombra e al gelo, ho tolto gli sci dopo varie e pesanti imprecazioni : mi sono imbucata in un rifugio e mi sono messa a piangere, perché continuavo a tremare nonostante il mio lento disgelo prodotto da un salvifico thè bollente…..

    Per fortuna il gorno successivo era un po’ più caldo: – 11° C 🙂

    Bacione surgelato

    Claudia

Lascia un commento