Ambienti rumorosi: ecco il trucco per sentire i vostri amici in discoteca e al concerto

Le nostre orecchie quando ci troviamo in una discoteca o in un concerto, rischiano di rimanere danneggiate. Il livello di rumore del suono per molte persone di solito è sopra la soglia del dolore, comincia a circa 120-140 decibel, a questo livello ci vogliono solo pochi minuti per danneggiare l’udito.
E’ quasi impossibile parlare con qualcuno quando il rumore di fondo è di 120 decibel o superiore, ciò accade di solito durante un concerto o in discoteca, non sono questi i luoghi migliori per cercare di avere una conversazione, è abbastanza fastidioso non essere neppure in grado di scambiare qualche parola. Tuttavia, ci sono alcuni semplici trucchi per comunicare meglio in simili ambienti. Si potrebbe anche salvare l’udito nel lungo periodo.

In discoteca e al concerto usare i tappi per le orecchie
Avete sorriso nel vedere in discoteca o al concerto alcune persone con i tappi nelle orecchie? E’ la precauzione che hanno preso per non rimanere sordi per una settimana.
Il suggerimento per non rimanere sordi è valido per tutti, prima dello spettacolo basta inserire un paio di tappi per le orecchie e sarete contenti di averlo fatto. I tappi nelle orecchie non precludono l’ascolto, sarete in grado di sentire la musica perfettamente, e quando i tuoi amici cercano di parlare con voi, sorprendentemente potete sentirli meglio perché parte del rumore di fondo, è filtrato.

Non avete i tappi per le orecchie? Utilizzare le dita
Può sembrare un po’ rozzo, ma se non si dispone di eventuali tappi per le orecchie, le dita svolgeranno altrettanto bene il compito. Inserendo le dita nelle tue orecchie mentre qualcuno sta parlando, aumenta immensamente la chiarezza del suono.

Parlare senza urlare
Che cosa è peggiore di tanti rumori forti? Rumori ancora più forti. Mentre può essere intuitivo parlare più forte quando qualcuno non sente, se siete in un ambiente rumoroso come un concerto o una discoteca, avrete più possibilità di farvi ascoltare, parlando lentamente, con un tono di voce normale ma non con una frequenza molto più bassa della musica perché l’orecchio può decifrare meglio i suoni a diverse frequenze di un gruppo di suoni concorrenti allo stesso livello.

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento