Allarme per l’uomo ucciso da una tossina contenuta nelle sue zucchine

Le autorità mettono in guardia. L’uomo un pensionato tedesco di 79 anni di Baden-Württemberg nello Stato della Germania meridionale è morto domenica due settimane dopo il ricovero in un ospedale insieme alla moglie, dopo aver mangiato le zucchine che avevano raccolto nel suo orto. Sua moglie, che si era accontentata di una porzione più piccola, è invece sopravvissuta.
I medici hanno detto che a causare il decesso dell’uomo è stata la cucurbitacina, una tossina contenuta nelle zucchine, può causare gravi intossicazioni alimentari, anche letali. La tossina, che può essere trovata anche nella zucca e cetrioli, può abbattere la membrana dello stomaco e dell’intestino.
Il Ministero della Salute della Germania e l’Ufficio di ricerca chimica e veterinaria di Stoccarda hanno quindi deciso di mettere in guardia la popolazione: se cetrioli, zucchine o zucche hanno un sapore particolarmente amaro, bisogna smettere immediatamente di mangiarli, il gusto potrebbe essere stato cambiato dalla cucurbitacina, una tossina che non può essere eliminata nemmeno con la cottura.
Le autorità tedesche hanno detto che questo è il primo caso di avvelenamento da cucurbitacina che ha dovuto affrontare. Funzionari del Ministero della Sanità, tuttavia, ritengono che una recente ondata di calore in Germania sia stata la possibile causa per la mutazione nel vegetale che ha causato la morte dell’uomo. Hanno anche citato che le verdure di produzione propria possiedono il più grande rischio perché occasionalmente possono conservare la tossina mortale.

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →