Alimenti che potrebbero causare malattie cardiache ai cani

La Food and Drug Administration (FDA) ente governativo statunitense che si occupa della regolamentazione dei prodotti alimentari e farmaceutici, dopo un’indagine di oltre un anno ha elencato 16 marchi di alimenti associati a malattie cardiache nei cani.
La FDA ha iniziato a indagare lo scorso luglio quando ha rilevato un netto aumento del numero di casi di una forma di cardiopatia in cani chiamata cardiomiopatia dilatativa, o DCM. Il disturbo nei cani è legato alla malattia cardiaca congestizia .
La FDA dopo aver analizzato i casi, ha elencato e pubblicato i marchi e altri dati qui.
L’agenzia in un comunicato ha detto:
«E’ importante notare che la FDA non sa ancora come alcune diete possono essere associate con la cardiomiopatia dilatativa in alcuni cani. La FDA è prima di tutto un’agenzia di salute pubblica, prende seriamente le sue responsabilità nel proteggere la salute umana e animale, nel caso di DCM, ha l’obbligo di essere trasparente con il pubblico proprietario degli animali per quanto riguarda la frequenza con cui sono stati segnalati alcuni marchi».
La FDA per caratterizzare meglio le diete riportate nei casi di cardiomiopatia dilatativa ha affermato di aver esaminato le etichette dei prodotti per determinare se il prodotto fosse privo di cereali e se i prodotti contenessero piselli, lenticchie, compresi ceci, fagioli o patate.
La FDA ha affermato che oltre il 90% dei prodotti era “senza cereali” e il 93% dei prodotti segnalati presentava piselli e / o lenticchie, mentre una proporzione più piccola conteneva patate.

Risposta del settore
L’industria di alimenti per animali sta mettendo in guardia i consumatori da una corsa al giudizio. Pet Food Institute (PFI) sottolinea che un’indagine sul ruolo della dieta e della cardiomiopatia dilatativa richiederà probabilmente anni per essere completata. Ha detto:
«I responsabili della PFI prendono sul serio il loro impegno a fornire alimenti per animali domestici sicuri che forniscano un’alimentazione completa ed equilibrata, accolgono con favore nuove informazioni che possono aiutarli a mantenere questo impegno.
Gli scienziati, i veterinari e i nutrizionisti delle società affiliate stanno attualmente lavorando a stretto contatto tra loro, con fornitori d’ingredienti e veterinari per far avanzare ulteriormente la comprensione di questo problema».
I singoli produttori di alimenti per animali domestici che compaiono nella lista della FDA hanno fatto dichiarazioni più forti. Zignature afferma chiaramente che non esiste alcuna connessione tra i suoi prodotti e la cardiomiopatia dilatativa, indicando i propri studi interni di terze parti.
Champion Petfoods, creatore di Acana e Orijen, ha detto che sta attualmente conducendo un proprio studio per determinare la causa della cardiomiopatia dilatativa negli animali, in una dichiarazione ha anche definito “fuorviante” la pubblicazione da parte della FDA delle marche di alimenti per animali domestici perché ha ammesso di non avere prove di un legame tra le marche di alimenti per animali domestici e la malattia.

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →