Alicia Margarita Soderber, astronoma, trasforma in musica l’esplosione delle stelle morenti

Alicia Margarita Soderberg, professore presso il Dipartimento di Astronomia di Harvard studia la morte delle stelle (questi ultimi momenti sono esplosioni violente note come supernova). Alicia Margarita Soderberg spiega:
«Sono eventi spettacolari ma difficili da catturare nel momento in cui si svolgono. E’ difficile essere nel posto giusto al momento giusto, allora tutto quello che puoi fare è un’autopsia stellare per tornare indietro e cercare di raccogliere i pezzi per capire cosa è successo».
L’autopsia di Soderberg sulle esplosioni prevede la raccolta di tutte le segnalazioni del suo team riferite a onde radio, luce, raggi-X. L’analisi dei dati è molto dettagliata, anche se è difficile da fare, essi cercano di collocare queste informazioni in un modo che abbia senso.
Alicia Margarita Soderber alcuni anni fa ha incontrato Wanda Diaz-Merced, astrofisico di Puerto Rico, per un problema di diabete è diventata non vedente. Ora studia l’astronomia non con la vista, ma con il suono. Collabora con gli scienziati informatici, utilizza xSonify un software sviluppato dalla NASA, con un processo chiamato sonification, converte i dati scientifici di ogni genere in suoni musicali sintetizzati per analizzare i brillamenti solari sul sole, così come i raggi X provenienti dal sistema stellare. Wanda Diaz-Merced ha detto:
«Sono in grado di ascoltare le meteore che passano attraverso l’atmosfera, le tempeste solari. I dati provenienti da stelle, comete e pianeti, hanno tutti un suono diverso, ogni suono che ascolto dal cielo, ha la sua voce“.
Alicia Margarita Soderber e il suo team hanno lavorato con Wanda Diaz-Merced per trasformare la morte delle stelle in canzoni. Alicia Margarita Soderber spiega:
«Ogni segnale raccolto nell’autopsia ottiene la propria parte orchestrale. I segnali radio per i tamburi, i raggi x per il clavicembalo. Tutto il resto diventa uno strumento diverso, come un violino o un flauto. La prima parte di queste canzoni è stata presentata al meeting annuale dell’American Astronomical Society a National Harbor, nel Maryland (ascolta Supernova sonification qui e qui).
Ascoltando queste canzoni ho iniziato a sentire cose che non avevo notato quando osservavo i dati. Ogni supernova ha suoni diversi, perché ogni stella muore in un modo diverso. Le stelle per esempio possono morire impattando tra di loro come in un incidente d’auto. Possono morire semplicemente per mancanza di carburante. Molte stelle prima di morire faranno cose interessanti come pulsare, centrifugare e surriscaldarsi.
La mappa delle canzoni, la storia della stella che esplode e si espande e si raffredda in una nube di gas e polvere non è solo morte, queste esplosioni di supernove rilasciano enormi quantità di elementi come il carbonio, ossigeno, azoto. Gli elementi di cui abbiamo bisogno, elementi di cui siamo fatti. Voglio dire che le supernove fecondano l’universo, non saremmo qui se non fosse stato per una supernova».

, , ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento