AGNES, tuta tecnologica che consente ai giovani di provare esperienze da vecchi (video)

Grazie alla tuta AGNES, sviluppata dai ricercatori del Massachusetts Institute of Technology (MIT) Lab Age, tutti possiamo vivere la condizione degli anziani 

 La trasformazione fortunatamente non è il risultato di una irreversibile reazione chimica, ma una condizione temporanea causata da diversi gadget implementati sulla tuta. Per emulare il movimento lento e dolori articolari, due bande elastiche limitano l’estensione delle gambe. Un casco speciale con cinghie, attaccate alla colonna vertebrale, altera la postura del corpo, in modo che l’uomo può sperimentare come ci si sente a camminare un po’ ricurvi.
Scarpe speciali, riducendo la flessibilità del tendine del ginocchio, limitano la deambulazione. E non è tutto, indossare i guanti forniti con la tuta, permette di capire perché gli anziani non sono in grado di sollevare gli oggetti come abilmente fanno le persone giovani. AGNES, per completare l’esperienza, è dotato di speciali auricolari per rendere difficile l’ascolto dei suoni.
Lo scopo principale della creazione di  AGNES, anche se l’esperimento desta una certa simpatia per le persone anziane, è quello di dar modo ai progettisti e ingegneri di creare luoghi facilmente accessibili. Una considerazione molto importante visto che la previsione, nei soli Stati Uniti, indica che entro il 2030 la popolazione anziana supererà i 7,2 milioni.
 AGNES è stato modellato su una persona adulta che ha condotto una vita estremamente malsana, proiettando l’anziano in condizioni di salute peggiore. In questo modo, gli scienziati sperano di incoraggiare i giovani di oggi a fare scelte alimentari migliori e rimanere attivi, ciò aiuterà a invecchiare meglio.

, ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

2 thoughts on “AGNES, tuta tecnologica che consente ai giovani di provare esperienze da vecchi (video)

Comments are closed.