Accelerare l’analisi dei dati gascromatografici aiuta a migliorare la qualità del cibo

Il gruppo di ricercatori del Dipartimento di Scienze degli Alimenti dell’Università di Copenaghen ha scoperto come utilizzare l’approfondimento profondo per accelerare l’analisi dei dati gascromatografici: poiché questo tipo di analisi è utilizzato in una lunga serie di applicazioni, il nuovo metodo avrà un impatto notevole su qualità, efficienza e costi quando sono analizzati vari dati che vanno dall’esame del sangue, ai test dell’inquinamento da petrolio, alla fermentazione del formaggio.
La gascromatografia è un metodo di analisi che la maggior parte delle persone ha sperimentato una volta o l’altra senza necessariamente saperlo, ad esempio, può essere utilizzata per rivelare frodi alimentari, scoprire dove è stato prodotto un determinato lotto di cocaina o monitorare una fermentazione del formaggio.
Rasmus Bro professore del Dipartimento di Scienze dell’alimentazione presso Università di Copenaghen, tra i ricercatori impegnati nel nuovo dispositivo, ha detto:
«Il nuovo metodo interpretativo dell’analisi gascromatografica può rendere questo tipo di analisi facilmente accessibile, significa che possono essere prese decisioni migliori e più economiche in una serie di settori della società».
Il metodo può anche essere usato in gastronomia per misurare il sapore e l’aroma e nel campo medico per esaminare campioni di sangue prelevati in ospedale.
Rasmus Bro ha aggiunto:
«La gascromatografia è uno dei metodi analitici più utilizzati, fornisce un profilo chimico in grado di rivelare migliaia di cose. L’analisi mostra la maggior parte dei componenti chimici in un campione di materiale biologico, in un particolare modello che può quindi essere interpretato in termini specifici che si desidera esaminare. Ciò significa ottenere una chimica “impronta digitale” del materiale».
La gascromatografia generalmente è importante quando si parla di sicurezza e di miglioramento della qualità della produzione alimentare globale. Il monitoraggio mediante misurazioni e intelligenza artificiale, sotto la voce “Il ruolo del monitoraggio online e dell’intelligenza artificiale nella produzione alimentare sostenibile” è tra gli argomenti in discussione previsti il 28 agosto 2019 a Copenaghen, in occasione del Food Day 2019, nuova importante conferenza alimentare.

Uso dell’analisi gascromatografica nell’industria alimentare
E’ piuttosto costoso interpretare le analisi, poiché richiedono una forza lavoro molto specializzata. La dottoressa Anne Bech Risum, tra i ricercatori che hanno studiato l’utilizzo dell’approfondimento profondo per accelerare l’analisi dei dati gascromatografici, ha detto:
«C’è una grande quantità di lavoro manuale dietro l’interpretazione di molte analisi gascromatografiche, in alcuni casi sono necessarie diverse settimane per ottenere i risultati delle misurazioni.
La nostra ricerca con l’approfondimento profondo, permette che alcuni dei compiti che richiedono più tempo possono essere svolti automaticamente da un computer, è in grado di prendere una serie di decisioni che di solito richiedono l’intervento di un chimico».
La gascromatografia con spettrometria di massa (GC-MS) è ampiamente utilizzata nell’industria alimentare, ad esempio, tutte le grandi aziende che lavorano con la fermentazione, useranno questo metodo di analisi per misurare come i microrganismi in una fermentazione si sviluppano e influenzano il prodotto finale.
Anne Bech Risum in conclusione ha detto:
«Se, ad esempio, produci un formaggio, il gusto e l’aroma, si sviluppano in modo diverso secondo la cultura microbiologica che aggiungi e di come tratti il formaggio durante la produzione. La gascromatografia può essere utilizzata per misurare gli elementi chimici che insieme formano il profilo dell’aroma del formaggio, quindi, se, ad esempio, desideri un aroma più fruttato o ricco di noci, potresti provare a cambiare la produzione e quindi misurare se hai formato più sostanze chimiche dietro il profilo aromatico desiderato.
Il metodo d’interpretazione potrebbe anche aiutare a dare alle aziende alimentari più piccole l’accesso a metodi analitici molto avanzati che riguardano l’ottimizzazione del prodotto, la garanzia della qualità e l’identificazione delle materie prime».

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →