Cosa accade quando un porcospino è accerchiato da 17 leoni affamati? (video)

Immaginate nel cuore della notte di essere circondati da diciassette leoni, come pensate di cavarvela? Il piccolo porcospino in questo video è fonte d’ispirazione per tutti noi, a patto di avere molti suoi aculei al posto dei nostri peli …
Lucien Beaumont, naturalista fotografo e guida presso la riserva di Londolozi Game Reserve in Sud Africa, come ha scritto sul suo blog “è un luogo non ideale soprattutto se si finisce nel menu di un leone”. Ha assistito a una scena davvero incredibile, qualcosa che aveva sognato per anni, imbattersi in tredici leonesse e quattro leoni in territorio di caccia. Mentre li monitorava ha visto le bestie feroci “inciampare” su un solitario porcospino, ritenuto una facile preda. Per il nostro amico spinoso non tutto era perduto, i porcospini sono equipaggiati per incontri di questo tipo: sono corti, con code tozze fornite di “aculei sonaglio”, quando scuotono il loro didietro, producono un forte sibilo. Il rumore dovrebbe confondere e distrarre i loro predatori, abbastanza a lungo da poter trovare una via di fuga; se ciò non funziona, fanno scattare il Piano B.

Il Piano B del porcospino come potete vedere nel video qui sopra, prevede impressionanti manovre con gli aculei per causare un bel po’ di dolore su tutto ciò che sta cercando di mangiarlo. Gli aculei hanno micro ganci, si attaccano sul viso o zampe del predatore che si avvicina troppo, senza causare danni al porcospino si staccano e si conficcano nel corpo del predatore, in alcuni casi possono spezzarsi e causare gravi infezioni. Gli aculei persi dal porcospino in seguito ricrescono come i capelli“.
Fortunatamente per il porcospino il Piano B è stato super efficace, i leoni hanno preferito desistere e allontanarsi.
Ah, come sarebbe bello gonfiarci goffamente come fanno i porcospini per lanciare i nostri aculei contro tutti i problemi che incontriamo nella nostra vita.

, ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento