Accade in Inghilterra: lifting del viso per il cane Shankly

Il DailyMail, riporta la storia di Shankly, un cane di razza "shar-pei", simile al bulldog, raccolto dalla strada e portato al "Battersea Dogs and Cats Home", un centro di recupero per animali abbandonati.
Shankly, aveva problemi alla vista, causati dalle spesse rughe che scendevono a coprire i suoi occhi.
Preso amorevolmente in cura dal veterinario Shaun Opperman, il cane Shankly, è stato sottoposto a "lifting del viso", intervento durato un’ora.
Shaun Opperman, da due anni veterinario, ha rimosso una larga fascia di pelle ingrinzita, dalla fronte e tra gli occhi di Shankly. E’ la seconda volta che esegue questo tipo di intervento, spiega il perché del lifting:
"Anche se le rughe di Shankly sono molto tipiche della razza,  purtroppo, lui era completamente accecato dalle pieghe di pelle che coprivano i suoi occhi. L’unico modo per dargli di nuovo la vista è stato quello di sottoporlo al lifting".
Il nome Shankly, è stato scelto da qualche tifoso del Liverpool, in memoria e ricordo di William “Bill” Shankly (1913 – 1981), calciatore e allenatore scozzese, manager del Liverpool dal 1959 al 1974.
Liberamente tradotto da Ananova

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

6 thoughts on “Accade in Inghilterra: lifting del viso per il cane Shankly

  1. Momolina perché disapprovare il lifting per Shankly?, con quella pelle che calava sugli occhi non vedeva niente. Baciotto*

  2. Sicuro che non vedeva un accidente quella povera bestia, ma perché prima li “selezioniamo” al punto da farli diventare obbrobri e poi gli infliggiamo i lifting?!?

Lascia un commento