Per portare avanti la mia piccola attività imprenditoriale in campo ittico, ho dovuto fare molti sacrifici, abbattendo le spese per non fallire miseramente. Così, quando mi sono reso conto che i costi non bilanciavano più i ricavi, ho dovuto prendere una decisione dolorosa e, purtroppo, inevitabile: svendere 3 dei miei 4 pescherecci e salvare in questo modo la vendita di una barca di medie dimensioni, a cui sono stato sempre affezionato perché il suo acquisto con una "lampara" in dotazione, è stato l’investimento indovinato che ha permesso l’inizio della mia ventennale attività imprenditoriale.
Purtroppo, per la crisi finanziaria a livello mondiale, sempre per il discorso dei costi e ricavi, ho dovuto vendere anche l’unico peschereccio che mi era rimasto, sempre per non vendere la barca a cui sono molto affezionato.
Così ridimensionato, ho continuato a fare l’imprenditore ittico e con la barca di medie dimensioni, sono riuscito a mantenere l’alto tenore di vita a cui ero abituato. Come? ho avuto la fortuna di ingaggiare 3 pescatori professionisti, pagandoli profumatamente.
I 3 pescatori alle mie dipendenze, sono dei veri assi, non hanno rivali in Italia, essendo gli unici che sanno usare magistralmente la "lampara. Il quarto che sa usare la "lampara" è un pescatore asiatico che ha lavorato per me tanti anni fa e che poi, tornando a Singapore, ha fatto perdere le sue traccie.
Parlavo dei 3 pescatori, loro escono con la barca al calar della sera, remano per circa due ore per raggiungere zone di mare che conoscono e poi, raggiunta la zone di mare prescelta, accendono la famosa "lampara", una grossa lampada dotata di un potentissimo fascio luminoso che illumina il mare circostante la barca. Inizia in questo modo la "pesca miracolosa". Nelle reti che abilmente i 3 pescatori stendono in mare, vanno ad impigliarsi migliaia di pesci, affascinati dalla "lampara" che con il suo fascio luminoso è un richiamo a cui i pesci non sanno sottrarsi; attratti in questo modo, i pesci, vengono facilmente catturati. Ogni notte una "pesca miracolosa" e ogni giorno, vendite all’ingrosso di tutto il pescato, con lauti guadagni da parte mia.
Purtroppo, dopo l’11 settembre, la zona di mare in cui i miei 3 pescatori andavano a stendere le reti è stata circoscritta con divieti di pesca e navigazione. Pescare in una piccolissima zona di mare è stato il colpo del KO. Inevitabilmentea è iniziata la mia crisi finanziaria, a malincuore, sempre per non vendere la mia amatissima barca, ho dovuto licenziare i 3 pescatori. Da buon imprenditore, per abbattere i costi, ho pensato di sostituirmi a loro, andando personalmente a pescare con la mia barca, utilizzando esclusivamente canne e reti, per non saper usare la "lampara". Potete immaginare, un vero disatro, con pochissimo pesce pescato. Senza "lampara" non è possibile fare quella "pesca miracolosa" e questo ha inciso pesantemente sulla mia attività.
Stavo per abbandonare ogni speranza di ripresa economica, ero sul punto di lasciare l’attività ventennale addirittura con la vendita della mia amatissima barca, quando "un miracoloso squillo telefonico" mi ha riportato nuovamente a gioire. Dal lontano Singapore, mi chiamava Zhiyuan Gong, il pescatore di cui avevo perso le tracce. Entusiasta mi raccontava della sua scoperta: "licoldi la fatica con la "lampala"? fascio di luce per attilale i pesci, leti stese in "male", notti insonni alla licelca del pesce? Ho impiegato quasi venti anni pel tlovale il modo pel non faticale con la "lampala": sono liuscito a manipolale i pesci e " falli" diventale "dilettamente" delle "lampale".

Precedente Successivo

0 commenti su “

  1. quellachenonsei il said:

    Dopo i pesci al mercurio buoni come termometri avremo quelli luminescenti…sarà per il risparmio energetico (e lo chiamano progresso)???
    Bacio a te Patt:)

  2. Damina il said:

    Ciao Patt. Ma come si spengono queste lampale? Con la lupara? Buona serata e baciotto*

  3. colfavoredellenebbie il said:

    Patt…hai tenuto a battesimo “una prima”….
    mai usato l'”io” 🙂 un abbraccio grandissimo

  4. Pattinando il said:

    Colfavore, proprio per questo sei brava e io sono felice di averti tenuta a battesimo. un baciotto*

  5. daffodil il said:

    Cosa non bisogna inventarsi al giorno d’oggi per mantenere in piedi un’attivita’… ‘notte Patt!

  6. elias il said:

    ciau captain..sempre geniale e misurato..si,genio e regolatezza..buona giornata..(guarda il template che mi hai insegnato tu)

  7. anonimo il said:

    sai dove li troverai sti pesci ? Al largo di Scanzano Ionico… ed oltre come alimento potranno servire come fonte energetica alternativa: i pannelli ittici, riscaldamento a pesce, la monovolume TDCI a cozza, condizionatori a gambero …insomma una serie di applicazioni che cambieranno la nostra vita; addirittura una chitarra a branzini per il mitico APICELLA …. Con Api si vola!

  8. Pattinando il said:

    Ciao Raffaele, qualcuno ha detto che l’ex Ministro Colombo si è fatta una “scorta” con questa farina di pesce psichedelico. E con questo deve aver scoperto il famoso uovo di pesce! 🙂

  9. raganellagialla il said:

    bene! da oggi avremo i “pesci DA-PILE” chissà che scherzi!!! baci baci baci PS hai visto che pasticcio ho fatto, credo che cambierò tutto, spero si sistemi. cra cra

  10. gilgamesh il said:

    Ciao, Patt*,
    finalmente riesco a tornare a trovarti :o)
    Bene, vedo che ho un po’ di arretrati con cui rimettermi in pari. Leggo, metabolizzo e ripasso.
    Intanto ho letto velocemente questo del pescatore cinese di Singapore, e come spunto sulla bioluminescenza non c’è male :o)
    A presto

  11. Pattinando il said:

    x Raganella, non preoccuparti è tutto a posto. Ti ho risposto sul tuo Blog, un baciotto*

  12. skipper246 il said:

    Buona notte pattinando, quando ti capita dai un’occhiata al battello pittura, il template si comporta in maniera evanescente…compare all’apertura e poi svanisce….ciao

  13. Ellie_Arroway il said:

    Bello questo post sul tuo lavoro…mi ha donato mille immagini del fascino del mare notturno….e chissà perchè mi sono ritrovata tra fiordi norvegesi, naso al vento, ghiaccio nei capelli, ondeggiante nel buio. Pescatrice solitaria e parole di Hemingway come eco. Ciao da Ellie

  14. chatterbox il said:

    Ciao pattinando, grazie per la visita! Che bello il tuo blog: visitarlo è come entrare in un altro mondo!
    Io sto prendendo lezioni da un certo ….alp, ma devo lamentarmi perchè quel tipo non ha pazienza!!!!! eehhehehe
    un abbraccio, buona giornata!

  15. anonimo il said:

    Bello! Per un momento ho sognato…sono andata con la mente ad un’isola che amo molto, mi sono rivista adolescente..poi come negli incubi sono stata catapultata nella realtà, triste, ma grazie lo stesso.

Lascia un commento