Sono abbonato alla rivista scientifica Physical Review, più che abbonato, sono un sostenitore-finanziatore. Ogni anno pago la mia quota per finanziare studi scientifici e il risultato di questi studi, viene pubblicato sulla rivista. Per noi soci-finanziatori, viene riservata una copia personalizzata: arriva a domicilio, qualche settimana prima dell’uscita in edicola della copia ufficiale per il pubblico. Gli articoli scientifici che vengono pubblicati, si basano su precise richieste dei soci-finanziatori che impegnano grossi capitali per commissionare ad importanti scienziati, soluzioni di studio per risolvere i più disparati problemi. L’ultimo numero, che ho appena ricevuto, ha pubblicato la soluzione a un problema particolarmente sentito a livello mondiale: il traffico penalizzato degli autobus nelle grandi metropoli.
Di solito, anche se finanzio gli studi, non leggo il resoconto pubblicato. Questa volta ho atteso con impazienza l’arrivo della rivista, perché sono stato io il promotore che ha commissionato lo studio del traffico degli autobus nelle grandi metropoli. Così, appena mi è arrivata la rivista scientifica Physical Review, sono andato subito a leggere la relazione dell’autore dello studio scientifico per il problema traffico penalizzato degli autobus. L’ha portato a termine Takashi Nippo-Nagatani, un ricercatore giapponese della Traffic University Shizuoka di Tokyo.
Ho letto tutta la relazione, non una ma due volte. Takashi, in 50 pagine della rivista, dava la sua soluzione scientifica per risolvere il problema del traffico penalizzato degli autobus nelle grandi metropoli. E’ importante, ha scritto, che il percorso di andata e ritorno dei due autobus, non sia ostacolato da nessun altro veicolo, nessun semaforo, nessun incrocio e che la velocità dei due mezzi sia sempre costante. Determinante anche la sosta alle varie fermate, sincronizzate sui 5 secondi, per la salita e discesa dei passeggeri. A queste condizioni, ha garantito, è possibile risolvere qualsiasi problema ed avere la certezza dell’arrivo in perfetto orario degli autobus alle fermate. E’ stata dura, ma dopo un anno di studio, ho capito che questa è l’unica soluzione per risolvere il problema. Un grazie di “cuole” [scritto in pronuncia giapponese], a tutti i soci-finanziatori che con i loro soldi, permettono a tutti noi, di portare a compimento, alti studi scientifici. Firmato da Takashi Nippo-Nagatani.
E io pago!

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

35 thoughts on “

  1. Buona giornata, insonne :), quasi quasi giro l’esito dell’inchiesta al comune di Milano 🙂

  2. Ciao katrien, fai bene ad andare a piedi, penso che con l’attesa alla fermata e l’andatura lenta dei bus, arrivi sempre prima tu andando a piedi, un baciotto*

  3. Mah…finora non ho sentito altri lamentarsi perchè non riescono ad entrare nel mio blog! Facciamo così…se non sono troppo invadente ,vengo io a trovare te! Tu tieni sempre pronto thè caldo e biscotti al burro, pero’!

  4. x corinna, l’ho ottimizzato per il web. All’inizio è pesante ma dopo, caricato sulla “cache” diventa leggero 🙂 e se passi successivamente si visualizza subito, un baciotto*

  5. …e noi che abbiamo una città bloccata da tre anni per la costruzione della metropolitana…ciao Patt!

  6. x Momi, se vuoi contatto Takashi, sono sicuro che troverà una soluzione anche per i lavori troppo lunghi per la metropolitana, un baciotto :-))

  7. Senti chiama Takashi e chiedigli di studiare una soluzione ai problemi finanziari italiani….sono sicuro che darà una risposta efficace….e poi la passiamo all’uomo che ride che la inserisce nel nuovo contratto con gli italiani. Cerca di fare presto così la inserisce nella lettera che sta inviando a mario bianchi

  8. Ciao Patt. Grazie dei consigli. Ma dimmi un po’, già l’hai pagato il Giapponese? Un saluto. **

  9. x Raffaele, per me l’uomo che ride è circondato da tanti Takashi che lo stanno consigliando al meglio 🙂

  10. x Damina, adesso che ho capito che tipo di soluzioni consiglia, penso proprio che lo porterò ad Arcore, dovesse funzionare… :-)))

  11. purtroppo non ho niente e nessuno da strapazzare per il w-e. Vuoi offrirti tu x consolarmi? Se si, prendi il primo autobus giapponese che incontri

  12. Stupendo il tuo commento sul mio blog…Virtual sono orgoglioso di essere linkato da te!!!!

  13. grazie di aver spiegato l’inserimento immagini a toto’..e questo post è gustoso..attendo una inchiesta sulle auto in città..

  14. x Girasole, ok prendo il primo autobus giapponese e chiederò di portarmi alla casa dei girasoli 🙂 un baciotto*

  15. x Alp, quando ho l’occasione cerco di aiutare chi ha qualche piccolo problema. Ognuno, un giorno o l’altro avrà bisogno dell’aiuto di un altro.
    Per il traffico automobilistico, appena si presenterà l’occasione :-)) ciao*

  16. le indicazioni fornite ad antkost per l’inserimento delle immagini hanno fatto strada! era un gesto così generoso che me ne sono servita anch’io, per un passamano di battelloebbro. volevo, però, ringraziare anche alla fonte! grazie, appunto.
    e buona notte!

  17. Ti ringrazio spudoratamente. La tua generosità mi ha conquistato. In queste occasioni vorrei abbracciare tutti i bloggers che mi accompagnano a fare bellissime scoperte. Grazie a tutti :-))totòpergliamici

  18. ke ne so…posso far qualcosa anch’io, per ricambiare? serve una versione di latino? la ricetta dei tortelli di zucca? un vasetto di gelatina di melagrana? grazie pattinando: proprio un tesoro.
    un abbraccio a tutti.

  19. Altro che conflitto. Tira aria di solidarietà, di buonismo, di girotondo alla Sergio Endrigo… dai cercate il pelo nell’uovo, fondate un altro partito, litigate un po’, dimettetevi, astenetevi, chiedete un nuovo congresso. Cavalcatevi, scavalcatevi, rompete le balle, votatevi contro. Insomma fate il solito dispetto al vs uomo/alla vs donna… Non è che vi credete la meglio gioventù!

  20. patti, son venuta tardi ieri sera… era una cosa molto importante? mi spiace, ma ho visto il tuo messaggio solo con molto ritardo… spero che tutto sia andato a buon fine… un abbbraccione, Ipa

  21. Hey, ciao! Sì, sono ancora viva, ma non ho più tempo di venire ai blog, mi spiace tantissimo! Ora faccio un piccolo giro a salutare tutti. Qui tutto bene, la Toscana è sempre bella anche se x me fa un pò freddo! E te come stai? Baci

  22. quando fanno i lavori alzano sempre un mucchio di polvere sifossifoco ) alle 23:52 del 09 ottobre, 2003

Lascia un commento