Robert Wedgwood

Robert Wedwood, mi chiama al cellulare e mi dice:
"Hai terminato di fare le copie?"
"Robert vuoi prendermi in giro? Quel documento è di 10 pagine e devo riprodurlo per 30 copie, posso correre come vuoi, ma i tempi sono quelli che sono. Se tutto va bene, terminerò a notte inoltrata. Ho appena completato la ventesima copia, più di questo non posso fare".

Disappunto di Robert, alcuni istanti di silenzio poi di nuovo lui che nervosamente mi dice:
"Io ho fretta e non posso aspettare ore per avere le altre 10 copie. Blocca tutto che mi è venuta un’idea. Prendi 10 fogli di carta assorbente, tra un foglio e l’altro, infila in mezzo 5 fogli di carta sottilissima, impregnata d’inchiostro. In questo modo devi scrivere una sola volta per riprodurre tutte insieme, le altre 10 copie. Ti piace l’idea?".
"Robert Wedwood, una bella idea, hai appena inventato la carta carbone".

, ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

0 thoughts on “

  1. ciau patti, devono aver usato la carta carbone-nera- quelli del governo che hanno votato contro se stessi,mettendosi in minoranza.

    uno di loro ha perfino scritto una poesia come tetsto di accompagnamento del voto”Le donne non ci possono scassare la minchia”

  2. @Lino, una vergogna per l’Italia che continua a sprofondare sempre più in basso grazie a questi parlamentari da 4 soldi. Sarà il voto delle donne (sono la maggiornaza) che li distruggerà!

    Questi i numeri della vergogna:

    da Repubblica di MIRIAM MAFAI

    DOVUNQUE in Europa, non solo nelle grandi democrazie del Nord e nei paesi baltici, ma anche in Germania, in Francia e in Spagna la presenza delle donne nelle istituzioni politiche si fa sempre più visibile. Una donna, Angela Merkel, si accinge ad assumere la carica di Cancelliere in Germania, in Spagna otto ministri su sedici sono donne, in Francia sono donne il 47% degli eletti nei consigli comunali e una donna, Ségolène Royal, avanza la propria candidatura alla presidenza della Repubblica. Da noi, no. L´Italia di Berlusconi, Fini e Casini si accinge a battere, anche in questo campo, un vergognoso record.

    I

    l Parlamento degli uomini

    Già oggi, il nostro Parlamento è quello che ha il minor numero di donne elette: l´11% dei deputati, l´8% dei senatori. Una percentuale che ci colloca al settantesimo posto nella classifica dei parlamenti del mondo, al ventinovesimo dei parlamenti d´Europa.

    VERGOGNATEVI!!

  3. Sebben che siamo donne paura non abbiamo… scusa, mi sono messa a canticchiare fuori tema col post ma non con i commenti. Un bacio caro Patti, buona serata

  4. in effetti le dovrei togliere perchè mi si impalla il blog ogni volta e poi mi irrito e se mi irrito divento PESANTE.

    i 2 libri li ho comprati e uno in particolare (quello si Salinger) è favoloso però la settimana scorsa ne ho ordinati 3 via intenet e li aspetto con IMPAZIENZA!

  5. Da bambina mi affascinava la carta carbone.

    Baciotto normale più uno ricalcato con la carta carbone**

    O.T. Beh, però abbiamo la Moratti, una che nel 2005 (dopo Cristo) usa ancora il cognome del marito per farsi strada e per farsi conoscere. Per le donne è un vero onore!!!

Lascia un commento