Pesce avariato? Nessun problema

Finalmente! era la notizia che aspettavo da qualche settimana, arrivata questa mattina, via fax. L’ha comunicata con una certa emozione e soddisfazione il mio amico Kalidas Shetty, dell’Università del Massachusetts. Ero in apprensione per lui, perché in questi ultimi mesi si cibava di pesce avariato che io gli procuravo e spedivo, per fargli sperimentare un suo ritrovato anti battericida.

Lui mangiava il pesce avariato, poi mi tranquillizzava con una telefonata chiedendo altro pesce per continuare la sua sperimentazione. Dopo l’ultima partita di pesce, spedita alla fine di settembre, il silenzio. Silenzio preoccupante che mi ha tenuto sulle spine per qualche settimana, temevo il peggio. Questa mattina è arrivato  il suo fax tranquilizzante:
“Tutto bene, hanno appena pubblicato sulla rivista “Innovative Food Science and Emerging Technologies” l’esito dei miei esperimenti su come mangiare pesce avariato e non prendersi neanche un raffreddore. Ti chiedo un altro favore, adesso ho bisogno di quintali di origano e mirtilli, perché le mie scorte sono esaurite e non  vorrei prendermi un brutto mal di pancia, continuando a mangiare pesce avariato”.
Per mangiare pesce avariato senza rischiare nulla.

 

La notizia estrapolata 

Mix di mirtilli rossi e origano ‘scudo’ contro l’intossicazione da pesce

 

MILANO  – Nessun cuoco oserebbe mai abbinarli. Eppure, mischiati in parti uguali, mirtilli rossi e origano formano un’arma letale contro la ‘maledizione dei frutti di mare’: un cocktail capace di neutralizzare i germi che spesso ‘avvelenano’ alcuni pesci, provocando mal di pancia e nausea.
A testare con successo la ‘strana coppia’ sono stati Kalidas Shetty e colleghi dell’universita’ del Massachusetts di Amherst, Usa – si legge su Newscientist on line – che hanno sperimentato gli effetti del mix di mirtilli rossi e origano sul Vibrio parahaemolyticus, un batterio che colonizza di frequente i frutti di mare causando a chi li mangia una ‘due giorni’ di crampi allo stomaco, vomito e diarrea. I ricercatori hanno utlizzato la miscela su filetti di merluzzo e gamberi infettati dal microbo, provando varie dosi dei due ingredienti e scoprendo cosi’ la ricetta ideale, ‘’piu’ efficace di qualunque altro rimedio: mirtilli rossi e origano al 50%’’, un intruglio ‘’ancora piu’ potente se addizionato di una goccia di acido lattico per abbassarne il pH’’.
[Fonte:
http://salute.tio.ch/]

 

, , ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

12 thoughts on “Pesce avariato? Nessun problema

  1. Faccio il gioco dell’accoppiare immagini: tu dici Pesce avariato, ame viene in mente Morale marcia

  2. e con la crema vecchia di settimane ci devo mangiare assieme carote e fagioli per non morire?

  3. Ciccio invece una ricetta per avere vomito e diarrea senza dolori di pancia ce l’hai?…così almeno butto via qualche chiletto!!;-)*

  4. Dopo che uno si è ingoiato origano e mirtilli insieme, può sopravvivere a qualsiasi cosa. Garantito!

    Baciotto*

  5. Quale vino in abbinamento propone? magari con un po’ di citrosodina:))

    baci mirtillosi, m.

  6. ma il tuo amico ha mai mangiato un piatto di spaghetti alle vongole? se lo avesse fatto non si sarebbe mai prestato a fare simili esperimenti!!!!:) ciaoooo:)

  7. ma daiiii…

    in campo sperimentale davvero non ci son piu’ limiti eh?.,…

    😉

    sei sempre il solito e sempre in bilico tra realtà e fantasia….e sempre generoso di sorrisi …

    baciotto affettuoso….

    scusa la sparizione ma è un periodo intensissimissimo…..

  8. Patt…….la tua ricerca ti ha condotto lì, dove volevo;) grazie….Poi naturalmente aspetto la tua opinione, lo sai che ci tengo !!! Sono pronta a tutto 😉

    Bacioni

    Claudia

    P.S. La prossima volta che mi cucinerò il palombo ai ferri, concluderò con un dessert a base di mirtilli rossi e origano…..non si sa mai 😉

Lascia un commento