Non è stato revocato il divieto di portare la minigonna in tutto il territorio francese. Una mia amica di Nizza che mi ha confermato che il Ministro francese Nicolas Sarkozy, continua a mantenere una posizione “rigida” su quanto ha imposto, da circa 6 mesi, su tutto il territorio “TRANSalpino“. Per chi non è al corrente dei fatti di questa notizia – che è stata diffusa a tutte le ambasciate internazionali -, il divieto del Ministro francese Nicolas Sarkozy, non è indirizzato specificatamente ed unicamente alle “passeggiatrici” di certi marciapiedi, ma ad ampio raggio, ha coinvolto tutte le ragazze francesi ed anche tutte le donne di tutte le nazionalità che si trovano in Francia per turismo, studio o lavoro. Il motivo scatenante per cui il Ministro Nicolas Sarkozy, si è accanito contro le donne in minigonna è presto detto. E’ accaduto tutto a febbraio di quest’anno; vi riporto l’intervista che ho registrato dalla CNN, dove il suddetto Ministro ha esposto alla stampa internazionale i motivi che lo hanno costretto a prendere una decisione impopolare.
“Ho preso questa decisione perché certi atteggiamenti [vedi foto], ostentati e no, certi abbigliamenti, vistosi e no, certe occhiate [la mia], malandrine e no [ancora la mia], sono state fraintese, o meglio, intese in quella certa maniera. Ed io che sono un dongiovanni mancato, in occasione di una cerimonia militare [vedi sempre la foto] avevo frainteso e fatto l’occhiolino a queste/questi ragazzotte in minigonna. Così, per non prendere altre “cantonate”, ho deciso che su tutto il territorio TRANSalpino è assolutamente vietato indossare la minigonna, anche se i miei avversari politici, solo per il gusto di denigrarmi, sostengono che ho preso una vera cantonata, perchè non si tratta di minigonna ma di un tradizionale “kilt”, indossato dai militari scozzesi, partecipanti alla cerimonia militare internazionale [vedi foto]” .

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

28 thoughts on “

  1. Ultimamente Patt è monotematico… 🙂 Sarà l’estate? E poi…ma come fa a trovare certe foto?:)

  2. Un bacio Patt..sono tornata dal viaggio…non ti ho dimenticato.scherzi????Un bacio felice….*

  3. Yoshy, la foto non l’ho trovata, l’ho scattata io perchè ero presente alla cerimonia :-). Purtroppo, mentre stavo scattando la foto, una folata di vento ha sollevato il kilt :-))

  4. E’ evidente che i tempi stanno cambiando. Da noi si pensa di proibire la satira. E’ evidente che finalmente le menti tornano a illuminarsi… direi di passare direttamente al Burka e così certe occhiatine e certi pensierini non albergheranno più nelle nostre menti malate e corrotte… Il mondo ha bisogno di un buon psicologo… g.

  5. Ciao Patt. Solo ora ho potuto leggere il tuo post divertente sul ministro Brokkolosky o come si chiama lui. Da casa non ci riesco. Allora, il Papa dice di essere casti, sto tizio vieta le minigonne, ma stiamo scherzando??? Bel ritorno al medioevo!!! Baciotto*** ———–PS : Come si fa ad inserire le immagini nei commenti???

  6. x Damina, le info per l’immagine le ho messe sul tuo Blog, le trovi sotto al commento del post.

  7. Ciao Patt… spero di tornare presto alla “vita normale” … sto praticamente vivendo in ufficio…. a presto… un baciotto!!!

  8. …. non stento a credere che abbia mantenuto una posizione RIGIDA!! buon agiornata cra cra

  9. Baciotto Raganella, comunque anche quella del territorio TRANS-alpino è significativa 🙂

  10. x Mama, i tuoi colleghi sono in ferie? dai che tra poco sarai tu a lasciarli chiusi in ufficio, un baciotto*

  11. Che mondo, che mondo, in Nuova Zelanda legalizzano i bordelli, per contro in Vaticano rispolverano la cintura di castità, e nella civilissima Francia vorrebbero vietare le minigonne??
    Una risata li seppellirà!
    Gilgamesh

  12. E hanno fatto bene! Mi consenta, è’ anche questione di buon gusto e rispetto per il prossimo! Quando si indossa la minigonna almeno la depilazione dovrebbe essere impeccabile, cribbio!

  13. Saddam domandò a Dio:
    – Come sarà l’Iraq fra 4 anni?
    E Dio gli rispose:
    – Sarà distrutto da innumerevoli bombe lanciate dagli americani!
    Saddam sedette a terra, piangendo disperato.
    Bush domandò a Dio:
    – Come saranno gli Stati Uniti fra 4 anni?
    E Dio rispose:
    – Saranno completamente contaminati da innumerevoli attacchi di bombe chimiche di Bin Laden!
    Bush si accasciò al suolo, piangendo disperato.
    Alla fine Berlusconi domandò a Dio:
    – Come sarà l’Italia fra 4 anni di mio governo?
    Dio si accasciò al suolo e pianse disperato…

Lascia un commento