Sollecitato dall’amica Alelale, sono andato in Svizzera per incontrare Albert Hofmann, il chimico-manipolatore che gentilmente mi ha raccontato, “sintetizzata” la sua storia.
Hofmann – Quando sperimentai su me stesso l’effetto della manipolazione chimica che avevo realizzato, non pensavo di poter vivere così a lungo. Ho 93 anni e ricordo lucidamente quel lontano aprile del 1943, la prima volta che feci uso della mia invenzione: LSD. Bastò poco e il mio corpo, la mia mente, la mia anima non mi appartennerò più. Vedevo immagini distorte, tremolanti, come riflesse da uno specchio ricurvo: avevo separato il mio corpo da me stesso, io di quà e il mio corpo “in viaggio”. E’ vero, i miei “viaggi” sono allucinanti; anche quelli “fatti” da voi in automobile e con i mezzi pubblici, sono altrettanto allucinanti, con la differenza che io i miei “viaggi” li faccio da fermo, mentre i vostri ve li fate “viaggiando”.
Prima di salutare Hofmann gli ho chiesto: da molti anni ha un altro hobby, quello del giardinaggio: “tagliare” l’erba, coltivare funghi e far crescere solo papaveri, può averla aiutata ad essere così longevo? Mi ha risposto: è oppio.


Vi ho raccontato la mia piccola storia, un saluto da Albert Hofmann, svizzero sempre in “viaggio”.

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →