Un amico cronista che lavora al Daily Mail, mi aveva anticipato del passaggio e breve sosta a Roma del Principe Carlo d’Inghilterra e la sua Camilla Parker, in occasione del Carnevale.
Noi della redazione siamo tutti impegnati con altri V.I.P. e in questo momento non abbiamo nessun giornalista libero per "controllare" la coppia regale. Se puoi, mi ha detto, cerca di non perderli di vista, ti mando via e-mail l’indirizzo dell’abitazione di una parente di Camilla, dove è alloggiata la coppia, così quando usciranno per andare a fare shopping , potrai "agganciarli" e seguirli nei loro sposamenti.
Ho dato assicurazione al mio amico cronista che mi sarei recato immediatamente all’indirizzo che mi aveva segnalato e che l’avrei chiamato tempestivamente, se fosse accaduto qualche fatto importante, degno di "scoop".
Ero appena arrivato all’indirizzo della "cugina"di Camilla e proprio in quel momento, ho visto uscire dalla villetta – color "grigio Londra" -, tre individui: una donna bruna con occhiali neri e due uomini, uno alto e l’altro basso e tarchiato che aveva l’aria di essere un tassista improvvisato. Non mi ero sbagliato, l’uomo basso e tarchiato aveva posteggiato nei pressi una obsoleta chevrolet, con evidenti ammaccature in più parti, fornita di targa "criptata" ma non per me: CD&C, ovvero Carlo, Diana & Camilla. L’uomo tarchiato dopo aver fatto accomodare la coppia si è messo al volante e velocemente si è diretto in città. Non li ho persi di vista e dopo averli seguiti fino a sera nei loro sposamenti a piedi (una noia terribile perchè sostavano ore davanti alle vetrine, senza entrare nei negozi e quando decidevano di farlo, uno dei due strattonava l’altro impedendogli di entrare), ho atteso con impazienza l’orario di apertura del locale "Latin Pub", dove la coppia si sarebbe recata, invitata dall’ambasciatore inglese che aveva organizzato in loro onore, in forma privata, una serata danzante al ritmo di musiche sudamericane.
Anche io, con l’invito procuratomi dall’amico giornalista inglese, all’orario di apertura ero dentro al "Latin Pub", subito dopo l’entrata di Carlo e Camilla che per sfuggire ai fotografi, ancora non si erano "smascherati": il Principe Carlo con baffi posticci, occhiali da sole e scotch ai padiglioni auricolari, per mimetizzare le orecchie a sventola; una parrucca nera, cappello con piume di struzzo e mascherina incorporata, senza rughe, per Camilla. Il locale, stranamente, non era gremito, appena entrato, ho raggiunto un angolo defilato del locale e mi sono accomodato sul divano, mentre due ragazze stavano discutendo tra loro con un marcato accento ispanico. In pista, solo ragazze e Carlo, che appena entrato con Camilla, si era subito buttato a ballare, forse per scaldarsi un po’, in attesa dell’arrivo dell’ambasciatore inglese. Camilla l’ho vista dirigersi verso la toilette, probabilmente per togliersi la parrucca e la mascherina. Osservavo il Principe Carlo, irriconoscibile nel suo "mascheramento", mentre accennava qualche passo di samba e le ragazze intorno che si spintonavano per per concedersi alle sue grazie. Non mi sono meravigliato dell’atteggiamento delle ragazze perché il "Principe", in penombra, sembrava tutto meno che "Carlo". Infatti, una ragazza meno inibita delle altre, senza mezzi termini, gli stava urlando in faccia un chiarissimo: "a bello, che fai stasera? mi sembri un principe azzurro e io vorrei essere tanto la tua Camilla", proprio nell’istante in cui la vera Camilla, stava ritornando dalla "toilette". E’ stato un attimo, la Camilla vera accecata dalla gelosia, si è avventava su quella che voleva diventare la Camilla del PrincipeAzzurro, il PrincipeAzzurro, che urlava con il dito indice proteso: "calma please, sono il PrincipeCarlo"; le altre ragazze che si prendevano a calci e pugni perché ancora cercavano il loro PrincipeAzzurro e non avevano capito che l’uomo "posticcio" che si stavano contendendo non era altro che il PrincipeCarlo a cui la sua Camilla stava "stampando" un pugno sul naso mentre addentava con un morso il suo dito indice, ancora proteso nell’aria.

 

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

29 thoughts on “

  1. La notizia vera è la lite furibonda avvenuta qualche giorno fa in questo locale che ho citato. Quindici donne sudamericane, colf e badanti, si sono prese a calci, pugni e sediate, per contendersi l’unico uomo, anche lui sudamericano, presente in quel momento nel locale. Articolo pubblicato sul Messaggero di Roma*

  2. Non ho letto la notizia vera, ma se quindici donne hanno fatto tutto quel casino per un uomo dovevano essere delle befane tremende! Se non lo erano, dammi l’ indirizzo del locale. Ciao

  3. Per Banananews, ho trovato l’articolo in archivio su Il Messaggero Online e l’ho messo sotto il link, l’indirizzo del locale che si chiama “Latin Pub” si trova in via Giovanni Lanza all’Esquilino. 🙂

  4. Ma non era meglio se rimanevano mascherati tutti e due?
    Inizialmente pensavo andassero a qualche festa mascherata organizzata dallo stilista Cavalli, e loro erano in tema con i loro visi equini :)))
    Bravo Patt, sempre originale. Baciotto* e buona serata.

  5. Il cappellino di turno di mamma Elisabetta avrà fatto un balzo alla notizia:))
    ‘notte e bacio (gli occchi sono ancora aperti ma mi sta calando la palpebra), m.

  6. ….e agli occhiali reali saranno saltate le lenti…
    Un abbraccio, Pattinando, e buona notte.

  7. Patt, quando leggo i tuoi interventi di informazione informatica (v. maqroll), mi rendo conto che io uso il pc come la lavatrice, cioè senza capirci assolutamente nulla. E mi sento una cacchettina essiccata. Però tvb.

  8. Patt, che invidia (mi riferisco alla notizia vera)! In genere, mi tocca inseguire una donna, in concorso con i gareggianti della maratona di N.Y.! 🙁 PS: esilarante la foto che hai postato da me…:)

  9. Una splendida notte anche a te Patt. Mi raccomando stasera non andare in locali frequentati dagli Equini, sai com’è… Baciotto*

  10. visto che stavolta,eccezionalmente non sono stata eiettata….eccomi a farti un SALUTONE…grosso, per tutte le volte che mi riaccadrà o che mi è accaduto…aahahahahaha

  11. ciaoooo finalmente ho il blog…e poi? come faccio per scriverci? mi sembra così complicato 🙁 fammi sapere qualcosa…Pisquania

  12. CLICCA LA GIF PER AVERE INFORMAZIONI PER PARTECIPARE ALLA MANIFESTAZIONE DEI BLOGGERS CONTRO LA GUERRA

Lascia un commento