Vedere il mondo attraverso gli occhi di un gatto (foto)

Visione del gatto

A cosa assomiglia il mondo attraverso gli occhi di un gatto? La struttura  base degli occhi dei felini è abbastanza simile a quella che hanno gli esseri umani, ma la visione dei gatti si è adattata a scopi differenti. Il  mondo che loro vedono sembra a noi familiare, ma non è proprio uguale al nostro. I gatti sono predatori, hanno bisogno di essere in grado di percepire il movimento anche in condizioni di scarsa luce, per farlo devono sacrificare alcuni dei dettagli più fini e la percezione del colore che hanno gli esseri umani.

Nickolay Lamm artista e ricercatore per il suo ultimo progetto ha guardato il mondo attraverso gli occhi del gattino. Ha consultato gli oftalmologi all’Università della scuola veterinaria di Pennsylvania e altri specialisti degli occhi degli animali per creare questi effetti grafici, mettono a confronto la visione dei gatti con quella degli esseri umani.
Ciò che noi vediamo è rappresentato nella prima immagine in alto. La stessa scena appare sotto, è come un gatto in piedi accanto a noi avrebbe visto la stessa scena.

Scena stazione

La vista dei gatti e degli esseri umani, ecco alcuni elementi da prendere in considerazione. I bordi sfocati delle immagini rappresentano la visione periferica, gli esseri umani hanno una gamma di 20 gradi di visione periferica su ogni lato. I gatti possono vedere 30 gradi su ogni lato. Il loro campo visivo complessivo è appena più grande, vedono a 200 gradi rispetto ai nostri 180 gradi.
La visione del gatto non è così efficace a grande distanza, quello che noi vediamo nettamente a cento metri di distanza, i gatti lo possono vedere a sei metri.
I gatti possono vedere i colori blu e giallo, ma non il rosso, arancione o marrone, per questo motivo tutte le immagini per loro sembrano con i colori un po’ sbiaditi come alcune immagini Instagram, non così buone per guardare in lontananza i paesaggi lussureggianti.

Paesaggio offuscato
Visione notturna, ecco dove i gatti fanno la differenza:

Caccia notturna

I gatti al buio possono vedere da sei a otto volte migliore di noi, in parte perché hanno più coni retinici, un tipo di fotorecettori nella retina. Le loro pupille ellittiche nella penombra  si possono ampiamente dilatare, ma contrarre ad una piccola fessura per proteggere la retina sensibile alla luce intensa.
I gatti come gli altri animali che si sono evoluti a caccia di notte, hanno un  tapetum lucidum, ha il compito di riflettere la luce verso la retina, aumentando la quantità di luce che può essere catturata dalla retina stessa. Questo aumenta la capacità visiva in condizioni di bassa luminosità. Si trova principalmente negli animali notturni con una buona visione al buio come i gatti. E’ anche ciò che dà loro quei terrificanti occhi ardenti.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Last updated by at .