Trafficanti di droga stanno usando la tecnologia militare stealth per rendere invisibili le veloci imbarcazioni

I trafficanti di droga colombiani nel tentativo di trovare nuovi modi per eludere le autorità, stanno utilizzando la tecnologia militare per costruire invisibili imbarcazioni ad alta velocità più difficili da intercettare e catturare.
Le barche autocostruite, molto sottili conosciute come VSV (Very Slender Vehicles), grazie allo scafo molto lungo e stretto (a forma di un lungo pugnale), sono simili a quelle utilizzate dalle Forze Speciali (clicca l’immagine per vedere altre foto).


Le autorità per la prima volta, hanno scoperto che i cartelli della droga stanno utilizzando la stessa tecnologia militare stealth per passare inosservati. E’ stata la polizia del Guatemala a scoprire una barca dei narcotrafficanti lasciata abbandonata a 23 miglia dalla costa del paese, tra Sipacate e il fiume Nahualate, priva di sistema di navigazione e motore fuoribordo, probabilmente dopo aver compiuto la sua missione dalla Colombia.
Le immagini diffuse dal Ministero della Difesa del Guatemala hanno mostrato nel suo insieme le caratteristiche della barca: struttura rudimentale, priva di sporgenze esterne per non essere intercettata dal radar. Lunga 16 metri, larga appena 1,75 metri, ha una capacità stimata per un carico utile di cinque tonnellate, può raggiungere una velocità di 20 nodi, due volte più veloce dei tipici sommergibili dei narcotrafficanti.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...