Stadio della Roma, al vaglio i trasporti: parcheggio da 10 euro per i tifosi in auto

SALTA LA METRO B – Per ora, la biforcazione della metro B che avrebbe permesso di unire la storica linea della metropolitana alla stazione Muratella, con l’interscambio con la linea FM3, annunciata nel corso delle prime presentazioni dello stadio sembra essere stata accantonata. Secondo le prime stime troppo pochi tifosi, solo un sesto circa, arriveranno con i mezzi pubblici, in totale circa 10 mila rispetto ai 30 mila che si muoveranno con l’auto privata e ai 20 mila con scooter e moto. Chi realizzerà lo stadio preferisce optare per un potenziamento della Roma-Lido con l’acquisto di nuovi treni. Anche la cifra emersa fin’ora non permetterebbe di realizzare una vera e propria nuova linea della metro, seppur solo una biforcazione. In totale si parla di poco più di 50 milioni di euro. Tra gli obiettivi anche il potenziamento per la stazione Tor di Valle.

SVINCOLO SUL GRA – Con questi si punta quindi a potenziare il ferro ma anche la ‘gomma’. I gruppi lavoro istituiti infatti sono due. Uno che si occuperà di potenziare il trasporto su ferro, il secondo appunto su ‘gomma’. In questo secondo caso l’obiettivo è la realizzazione di un nuovo svincolo sul Gra.

PARCHEGGIO – È previsto poi un grande parcheggio la cui sosta costerà 10 euro per tutta la durata della permanenza del mezzo. Una tariffa, spiegano al dipartimento, in linea con quelle degli altri stadi europei e anche dello Juventus stadium, dove la sosta per le auto oscilla tra i 10 e i 15 euro.

IMPROTA – “Servono approfondimenti” ha spiegato Improta all’agenzia Dire. “L’ipotesi più praticabile è quella di potenziare la Roma-Lido con nuovi treni. Che pero’ costano. Non ci sono da fare, invece, grandi interventi sulla linea aerea che può reggere un carico di treni maggiore. Un tram? Non è previsto. Registro comunque la grande disponibilità di tutti a migliorare la situazione”.
Continua a leggere 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...