Il miele di Manuka ha notevoli proprietà antibatteriche, è la più potente arma contro l’infezione

Il miele anche se per migliaia di anni è stato utilizzato come medicazione, recenti studi hanno dimostrato che un particolare tipo di miele sembra essere più efficace di altri: in Nuova Zelanda nelle splendide montagne prive d’inquinamento, cresce in abbondanza una pianta chiamata, l’Albero Manuka, i suoi fiori bianchi e rosa producono un nettare che le api usano per fare un unico tipo di miele.
Il miele di Manuka è stato testato per le sue qualità medicinali, le componenti di origine vegetale, lo rende una risorsa veramente preziosa. Elementi come il metilgliossale (principale elemento antibatterico del miele di Manuka) e UMF (marchio di qualità, valuta i marcatori naturali che si trovano nel miele di Manuka, garantiscono la purezza e la qualità), conferiscono al miele di Manuka la sua efficacia nel trattamento di ferite infette e altre malattie della pelle.
Ci sono diversi motivi per cui il miele di Manuka è ideale per uso medico, ha un effetto osmotico trae l’umidità fuori dalle cellule batteriche, rendendo impossibile la sopravvivenza dei batteri. L’alto contenuto di zucchero nel miele di Manuka riduce le molecole di acqua, rende difficile lo sviluppo di microrganismi, inibisce la crescita di batteri. L’umidità quando per osmosi è tirata fuori dalle cellule batteriche, i batteri avvizziscono e muoiono, simile a quanto accade alle lumache quando per allontanarle il terreno e giardino è cosparso di sale.
Il miele di Manuka è anche molto acido, il basso livello di pH nel miele di Manuka inibisce la crescita dei patogeni, inoltre, la presenza di acqua ossigenata agisce come un efficace agente antibatterico. Il perossido d’idrogeno in miele di Manuka è prodotto quando le api aggiungono enzimi per il nettare floreale, tuttavia, rilasciato lentamente è abbastanza forte da distruggere i batteri, ma sufficientemente basso per evitare danni ai tessuti.
Il miele di Manuka ha anche fattori fitochimici che contribuiscono alla sua capacità di guarigione, alcuni scienziati ritengono che il metilgliossale sia responsabile della qualità bioattiva del miele di Manuka, mentre altri si riferiscono a un elemento antibatterico del miele di Manuka come l’unico fattore di Manuka o UMF.
La capacità del miele di Manuka per distruggere i batteri e guarire le infezioni sono senza pari, più efficace nel combattere i ceppi di batteri MRSA (un tipo di batteri resistente a un gran numero di antibiotici). Il miele di Manuka oltre alle sue proprietà antibatteriche, ha anche proprietà antimicrobiche, lo rende efficace anche nel trattamento delle infezioni fungine.
Il miele di Manuka dopo aver dimostrato di essere così efficace nell’uccidere i batteri, ora è utilizzato come ingrediente principale nelle medicazioni. Honeymark, fornitore di prodotti per la cura della pelle a base di miele ha ottenuto grande successo utilizzando le potenti proprietà curative del miele di Manuka. Frank Buonanotte, CEO di Honeymark internazionale, ha detto:
«I nostri prodotti, dove altri hanno fallito, guariscono le ferite infette da MRSA e dermatiti, anche le infezioni fungine possono essere efficacemente debellate ed è tutto merito dei poteri curativi del miele di Manuka».

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...